CUTRUFO
ARTE OTTICA
MULTICAR

Siracusa. “Pedalando con Maria”, in bici anche il questore

santuario

Anche la polizia prende parte alle celebrazioni del 62esimo anniversario della lacrimazione della Madonna a Siracusa. Diverse le iniziative organizzate dal Rettore del Santuario, Don Luca Saraceno, a cui il questore, Mario Caggegi partecipa insieme ai suoi uomini. Tra i momenti più sentiti, anche quest’anno, la pedalata che rievoca quanto accadde il 29 agosto del 1953, quando da un quadretto in gesso raffigurante la Madonna sgorgarono lacrime umane. Subito dopo Angelo Iannuso, che viveva in quell’appartamento di via degli Orti con la moglie, dopo essere stato accompagnato nella sede della questura, che si trovava in via Roma, con il quadretto, percorse alcune vie cittadine in bici per fare rientro a casa, dove lo attendeva una moltitudine di fedeli che, nel frattempo, sparsa la voce, si erano raccolte in preghiera. L’appuntamento è fissato per domani sera, alle 21,30. La pedalata partirà dal sagrato del Santuario alle 21,30. Il questore Caggegi sarà in bici insieme a diversi poliziotti liberi dal servizio. Predisposto anche un servizio di rappresentanza con i motociclisti della polizia. Sarà la veglia mariana, animata dai gruppi del Santuario, l’ultimo momento che precederà, domani, il via alle celebrazioni per il 62esimo anniversario della lacrimazione di Maria a Siracusa. Veglia dalle 21 alle 24. Il Santuario resterà aperto fino alle 6, quando sarà celebrata l’Eucaristia in Basilica. Domani, giornata della testimonianza e del volontariato, alle 8.00 nell’Oratorio di via degli Orti celebrazione
eucaristica presieduta dall’arcivescovo, Salvatore Pappalardo. Alle 12, in Santuario,
celebrazione eucaristica in suffragio dei coniugi Antonina e Angelo Iannuso. Alle 18.00 in via degli Orti, raduno dei fedeli delle comunità parrocchiali del Vicariato di Palazzolo e processione con il Reliquiario verso il Santuario dove alle ore 19.00 Mons. Guy André Marie De Kérimel, Vescovo di Grenoble-Vienne, presiederà la solenne concelebrazione eucaristica. Saranno presenti le dame, i barellieri e gli amici dell’Unitalsi e il gruppo
diocesano Movimento Apostolico Ciechi. Alle ore 21.30 raduno ai piedi della scalinata della Basilica per «Pedalando nella storia con Maria».

Intanto a causa di una prolungata laringite la cantante Antonella Ruggiero rinvia il concerto-preghiera Mater
Lacrimarum, in collaborazione con Francesco Buzzurro previsto per domenica 30 Agosto sul sagrato del Santuario.
L’artista, scusandosi per l’imprevisto inatteso e da lei certamente non voluto, ha dichiarato: “Non potrò essere con
voi domenica sera a causa di una laringite non ancora risolta come speravo. Ci vedremo comunque il 10 settembre
in questo bellissimo Santuario, insieme a Francesco Buzzurro e con il programma stabilito. Mando un saluto a
tutti voi e a prestissimo nella città di Siracusa».
Pertanto Mater Lacrimarum dà appuntamento a giovedì 10 settembre ore 21 sul sagrato del Santuario per vivere
insieme una serata di intensa spiritualità mariana.

E ieri sera sulla scalinata del Santuario della Madonna delle Lacrime ha avuto luogo “Piantidiversi” – Il silenzio delle
lacrime nel suono delle parole. Le donne della Misericordia. Una serata tra riflessioni, arte e testimonianze che
ha affrontato il pianto nelle sue “diversità”, i diversi pianti, così come i pianti di/nei versi della Sacra Scrittura e
nella letteratura. Pianti diversi, giunta quest’anno alla terza edizione, è una produzione della Kairos.
Protagoniste le donne della misericordia, che attraverso i loro racconti di dolore e riconciliazione, hanno dispiegato
il segno delle lacrime di Maria nel senso della misericordia di Dio. L’ascolto della lettura di alcuni brani e delle melodie
mediterranee hanno favorito l’interiorizzazione delle parole in pianto che queste madri, ad immagine della Madre,
ci hanno consegnato. Due i dialoghi in scena: il rettore don Luca Saraceno ha posto delle domande a Carolina
Porcaro, di Monza, che ha perdonato l’assassino del figlio Lorenzo, ucciso da un coetaneo dell’Ecuador. La donna
ha letto le parole scritte per i funerali del figlio nel 2011. Don Luca ha rivolto domande sul senso del perdono e
sulla forza di perdonare. Il giornalista Gaspare Urso ha dialogato con la collega Laura Battaglia, che si occupa
soprattutto di esteri ed ha raccontato quando e come ha incontrato la misericordia ed il suo rapporto personale
con le lacrime. La struttura drammaturgica ha visto la presenza di alcuni testimoni: la voce e la musica di Elisa
Nocita e le voce recitante di Giorgia D’Acquisto, e le performance di Daniela Campione.

Nei giorni 29 agosto–1 settembre in Cripta verrà ripetutamente proiettato il documentario della lacrimazione.
Nei giorni 29 agosto–1 settembre l’Oratorio resterà aperto: 7.30-12.30; 15.00-18,30; 20,30-22,00.
Fino al 31 agosto il Santuario resterà aperto dalle ore 7.00 alle ore 24.00.

Comments are closed.

MCDONALD footer4