CUTRUFO
ARTE OTTICA
MULTICAR

Calcio, D. Poker degli azzurri al De Simone, 4-0 alla Palmese. Laneri responsabile dell’area tecnica

siracusa -palmese 2

Test ampiamente superato. Gli azzurri battono con un secco 4-0 la capolista Palmese, al termine di una partita in cui i padroni di casa hanno dominato. Bella prova degli uomini di Sottil, che trasmette fiducia ai tifosi. Incontro nel segno di Emanuele Catania. Non c’era Giordano, squalificato. Recuperato, invece, Vindigni, dopo le due giornate di stop. Gli azzurri partono forte. Gli avversari tentano di difendersi. Poi, al primo affondo, i calabresi si fanno minacciosi,  con Piemontese che sfrutta un’indecisione difensiva dei padroni di casa, si libera in area ma la sua conclusione viene rimpallata da Vindigni in extremis. Al 15’ ancora Palmese pericolosa con un calcio di punizione di Foderararo che colpisce la traversa. Due minuti più tardi Sibilli  calcia al volo da appena dentro, ma il suo tiro termina a lato. La squadra di Sottil fatica contro la munita retroguardia neroverde, ma al 28’ una bella combinazione Crocetti- Catania non si concretizza di un nulla.

Un minuto dopo gli azzurri passano con Catania, che su cross di Santamaria, mette dentro di testa. L’undici di Salerno accusa il colpo e al 42’ arriva il raddoppio sempre con Catania che ribatte a rete un tiro cross di Santamaria che aveva colpito la traversa. Al 45’ Dezai si beve tutta la difesa avversaria mette in mezzo per Catania che da ottima posizione spara addosso a Nania. In pieno recupero la Palmese potrebbe accorciare le distanze, ma il tiro di Dascoli trova il salvataggio provvidenziale sulla linea di Santamaria.
Nella ripresa, al 50’ Crocetti in bello stile calcia di sinistro, ma il suo tiro termina a lato. Tre minuti dopo travolgente azione di Orefice che cross al centro, ma il colpo di testa di Spinelli termina alto. Al 54’ il Città di Siracusa fa tris. Tiro di Spinelli, deviato in maniera goffa da Nania, Crocetti si avventa sulla sfera ma viene stoppato, palla a Sibilli che con un tocco morbido sigla la terza rete. C’è gloria anche per Testardi che dopo appena un minuto dal suo ingresso sigla il poker di testa su cross di Palermo. Standing ovation per il migliore in campo Catania, sostituito da Longoni.

Prossimo impegno per gli azzurri, il turno infrasettimanale di mercoledì sul neutro di Castellabate con l’Agropoli.

Evidente la soddisfazione di Sottil. “ Ho visto una partita a senso unico- commenta il tecnico azzurro – la Palmese si è dimostrata una squadra ostica. Il Siracusa ha mostrato un buon calcio con ottime trame di gioco, ha tenuto bene il campo, e ha chiuso il risultato meritando anche il largo vantaggio. All’inizio c’è stata qualche difficoltà con Piemontese che ha fatto la boa per le loro ripartenze, ma nel complesso sono molto contento. Dobbiamo migliorare la tenuta fisica-ammette il tecnico azzurro la squadra ha ampi margini di miglioramento. Siamo una squadra che deve puntare a vincere il campionato”.

Intanto, nel tardo pomeriggio, è arrivata la conferma. Antonello Laneri è il  nuovo responsabile dell’Area tecnica. Ad annunciarlo, nel post gara, il direttore generale, Simona Marletta. Alfredo Finocchiaro resta direttore sportivo.  Laneri torna, dunque, a Siracusa, dopo l’esperienza che aveva praticamente condotto la squadra in serie B. “ E’ un piacere tornare a casa- commenta Laneri- sapete il rapporto che mi lega a Siracusa. A proposito di mercato, fino a dicembre resteremo con l’attuale organico. Poi, se servirà, vedremo di operare. In questo momento dobbiamo pensare a scalare la vetta della classifica”.

Comments are closed.

MCDONALD footer4