MULTICAR

Floridia. L’affetto della città per Giuseppe: un ultimo saluto tra tamburi e rombo delle amate moto

foto 3

Sono stati celebrati questo pomeriggio i funerali di Giuseppe Gionfriddo, il 37enne che ha perso la vita lo scorso martedì 16 sulla statale 124. Avrebbe perso il controllo della sua moto a pochi metri dall’ingresso della cittadina. Un urto violento, che non gli ha lasciato scampo.
Una ennesima tragedia lungo quella che era stata soprannominata la strada della morte per via dei tanti, troppi lutti. Eppure di recente la trafficata arteria è stata interessata da lavori di riqualificazione che ne hanno modificato l’aspetto aumentandone anche la sicurezza.
La tragica scomparsa di Giuseppe ha profondamente colpito la comunità floridiana. Personaggio noto e amato, gestiva un’officina meccanica. In tanti hanno voluto partecipare alla triste cerimonia per tributargli un ultimo saluto. E la Chiesa Madre di Floridia, pur grande, non è riuscita a contenere tutti.
Il feretro, portato a spalla dagli amici, è stato accompagnato all’uscita dal rullo dei tamburi di un gruppo di sbandieratori. Ad attenderlo anche il rombo delle “sue” amate moto, con in sella i suoi amici, fermi in lacrime ad aspettare il passaggio lungo via Archimede, dove poi il corteo si è sciolto per dirigersi infine al cimitero.

Comments are closed.

Siracusa City Play store android
Siracusa City App store