CUTRUFO
ARTE OTTICA
MULTICAR

Noto. Truffa dello specchietto ai danni di due turisti, denunciato un 25enne

Maresciallo

La chiamano truffa dello specchietto. E’ uno degli artifizi più utilizzato da malintenzionati per spillare soldi ad ignare vittime, simulando la rottura dello specchietto dell’auto, appunto. Un rumore secco molto forte sulla propria carrozzeria, di solito sulla fiancata, provocato in realtà da una pallina o da un sasso, ed ecco creata l’illusione di un urto. I truffatori entrano allora in azione, lamentando il danno accidentalmente subito. E chiedono dai 50 ai 200 euro per chiudere pacificamente la vicenda, senza coinvolgimento di assicurazioni.
Questa la tecnica utilizzata anche un netino di 25 anni, già noto alle forze dell’ordine. Approfittando del considerevole traffico nelle località balneari a pochi passi da Noto, il giovane ha posto in essere la truffa ai danni di due turisti, convincendo entrambi di aver rotto lo specchietto della propria autovettura con una manovra azzardata ed accontentandosi di 50 euro. I due turisti, dopo aver pagato, hanno però realizzato di essere stati truffati.
Recatisi in caserma, hanno formalizzato denuncia/querela ricostruendo dettagliatamente l’accaduto e fornendo tutti gli elementi necessari per avviare le indagini del caso.
I Carabinieri, grazie alla quotidiana presenza sul territorio ed alla conoscenza delle dinamiche criminali dello stesso, sono ben presto risaliti all’autore dei reati, denunciato. Sono in corso ulteriori accertamenti.

Comments are closed.

MCDONALD footer4