MULTICAR
REALE
MCDONALD 03-2018

Palazzolo. “Chi differenzia ci guadagna”, premiati i vincitori del concorso: 250 euro al cittadino più virtuoso

differenziata palazzolo

Settantadue famiglie di Palazzolo iscritte alla banca dati Tari hanno partecipato al concorso “Chi differenzia ci guadagna”, promosso dal Comune di Palazzolo Acreide dal mese di luglio a dicembre. La premiazione dei vincitori si è svolta ieri pomeriggio al Comune alla presenza del sindaco Carlo Scibetta e degli assessori Fabrizio Corradino e Carmelita Girasole. Sono state conferite in maniera differenziata le tipologie di rifiuti riciclabili (carta, cartone, plastica, ecc.) per un totale di quasi 9 tonnellate. Ai sei vincitori sono stati assegnati dei bonus economici. Il primo premio con un buono da 250 euro è andato a Luisa Bologna che ha raccolto un totale di rifiuti di 782,74 chilogrammi, il secondo da 200 euro a Sebastiano Marcì con un totale di 763, 85, il terzo da 150 euro a Concetta Papa con 701,09, il quarto da 100 euro a Egidio Rubino con 452,04 chilogrammi, il quinto da 60 euro a Paolo Trigila con 323,44, il sesto da 40 euro a Sebastiano Bologna con 279,43 chilogrammi.
Il concorso ha avuto come scopo quello di rendere l’ecostazione luogo dove aumentare la raccolta differenziata: difatti attraverso l’uso di un’apposita bilancia, installata all’Ufficio Ambiente di via della Solidarietà, gli utenti hanno conferito i propri rifiuti differenziati, ai quali, una volta pesati è stato attribuito il peso in chilogrammi. Per il concorso è stata utilizzata la piattaforma ecoportal.it, in dotazione oramai all’ente.
“Questa è la strada che l’amministrazione ha deciso di intraprendere – ha sottolineato il sindaco Carlo Scibetta – per incrementare ulteriormente la raccolta differenziata. E questo potrà portare anche ad avere in futuro sconti sulla Tari. Visto il successo si sta riproponendo lo stesso concorso per i nuclei familiari che partirà il 10 gennaio, con scadenza il 30 aprile, e con le stesse modalità del precedente; poi ci sarà quello per le attività commerciali e infine per le scuole. Perché l’utente deve sentirsi partecipe nel processo di potenziamento della raccolta differenziata, che già ha prodotto importanti risultati”. Il concorso è stato così finalizzato a sensibilizzare i cittadini a conferire correttamente all’eco-stazione le categorie dei rifiuti compresi gli ingombranti, ma anche aumentare la percentuale di raccolta differenziata e riconoscere ai cittadini più virtuosi un premio sotto forma di bonus economico.

Comments are closed.

ACAT3