MULTICAR2

Pallamano, A1. Albatro sconfitta a Benevento. Sugli spalti spettacolo poco edificante

vinci_face

L’Albatro esce sconfitta da Benevento in coda ad un match ben giocato e sempre in equilibrio. Ha forse pesato il fattore campo, ma sono diversi i segnali confortanti per il sette siracusano, alla seconda trasferta consecutiva. Brancaforte per l’ennesima volta è il  miglior realizzatore, con 10 marcature. Solita garanzia, tra i pali, il rientrante  “capitan” Vasquez. L’unica nota stonata di una  il clima “pesante” che si è respirato intorno ai ragazzi dell’Albatro. Una denuncia soft che parte dalla nota ufficiale della società siracusana che parla “di alcuni tifosi, oltretutto ex giocatori di pallamano, che hanno inveito contro i ragazzi di mister Vinci dall’inizio alla fine della gara, senza alcuna ragione. Atteggiamenti, sicuramente, che non fanno bene alla pallamano, tantomeno alla società del Benevento che non ha alcuna responsabilità”. Non fa drammi l’allenatore dell’Albatro, Peppe Vinci.
“Nonostante la sconfitta, sono contento della prestazione dei miei ragazzi, della qualità del gioco e, soprattutto, della mentalità e della grinta messa in campo. Il Benevento ha vinto meritatamente ma contro di noi ha fatto il colpaccio. Purtroppo il nostro gap in questo campionato continua ad essere l’esperienza che ci fa commettere qualche errore di troppo in fase d’attacco e la differenza fisica che stiamo colmando con la velocità nell’esecuzione del gioco e con le ripartenze in seconda fase e contropiede. Vogliamo chiudere l’anno con 18 punti in classifica. Bene gli arbitri, peccato per alcuni comportamenti anti sportivi di ex giocatori di pallamano che hanno rovinato in parte una bella gara e, sicuramente, non fanno bene allo sport e tanto meno alla società del Benevento. Adesso giriamo pagina e pensiamo alla difficilissima gara interna di sabato, contro la capolista Junior Fasano”. In settimana dovrebbe arrivare la conferma di un nuovo acquisto da parte della  società, che porterebbe un ulteriore spinta al gioco d’attacco.

Comments are closed.

bogart 4