• Siracusa. Arrivano da Palermo fondi per il Ciapi e l’Istituto Nazionale del Dramma Antico

    Approvato in Commissione Bilancio il disegno di Legge 1213 su “Variazioni al bilancio di previsione della Regione per l’esercizio finanziario 2016 e al bilancio pluriennale per il triennio 2016-2018. Disposizioni varie”.
    Con un emendamento sono stati sbloccati e inseriti nel Bilancio della Regione 500 milioni di euro destinati alla copertura di spese che al momento erano bloccate. Fra le norme più significative vi sono 154,545 milioni a favore dei Comuni; 9,005 milioni per le ex Province; 85,544 milioni per gli squilibri finanziari delle Autonomie Locali; 13,840 milioni per la manutenzione dei boschi; 4,703 milioni per le garanzie occupazionali dei Consorzi di bonifica; 15,694 milioni per i Consorzi di bonifica; 17,100 milioni per i precari degli Enti Locali.
    Guardando al siracusano figurano 1,1 milioni per il Ciapi; 45 mila euro per Fulvio Frisone; e 270 mila euro per l’Istituto Nazionale del Dramma Antico (Inda).
    Soddisfatto il presidente della Commissione, il siracusano Enzo Vinciullo. “Recependo l’emendamento che sblocca mezzo miliardo di euro mette i Comuni, le ex Province, i forestali i Consorzi di bonifica e le università nelle condizioni di poter fare fronte a tutte le loro necessità, sbloccando le risorse per i precari. È chiaro che – ha concluso – dobbiamo ancora recuperare 50 milioni di euro, ma credo che, nel breve volgere di qualche settimana, potremo recuperare anche queste somme che ancora non sono entrate nel bilancio della Regione”.

  • freccia