MULTICAR

Siracusa. Bando igiene urbana, insorgono Ncd e Sel

minoranza consiglio comunale

La gara per l’affido del servizio di igiene urbana a Siracusa ha appena mosso i primi passi di un lungo iter. E subito scatta la polemica. Dai banchi dell’opposizione alza la voce Ncd, con i consiglieri Castagnino e Alota. “Mortificata ancora una volta l’assise più importante e rappresentativa della città che apprende dai quotidiani e dai mezzi di informazione della pubblicazione del Bando per la gestione dei rifiuti solidi urbani”, dicono i due all’unisono. “Eppure in commissione, su esplicita richiesta del consigliere Catagnino, in rappresentanza del gruppo consiliare, l’assessore competente aveva assicurato un confronto con la stessa per la redazione del bando”. Ma ad alimentare il senso di fastidio dei rappresentanti di minoranza è la sensazione che cosi si voglia annullare “la nostra funzione. Il governo cittadino propone e trasmette all’Urega un atto che non ha subito uno studio dalla Commissione Studi Ambiente e Rifiuti del Comune ed un espressione di parere dalla stessa. Assistiamo alla gestione dell’ente di chi pensa di farlo in maniera assolutamente personale”. Quindi Alota e Castagnino si appellano al Consiglio tutto: “Rispettosi del mandato ricevuto dai cittadini, facciano sentire la loro voce a tutela di quelli stessi cittadini che li hanno votati affinché agissero da difensori dei legittimi interessi della città”.
Ma sull’argomento interviene anche il gruppo consiliare di Sel che, tramite Enrico Lo Curzio, Pippo Rabbito e Tanino Malignaggi precisa: “Che parte del Consiglio Comunale serve al sindaco solo per dimostrare di avere una maggioranza bulgara, è stato dimostrato più volte. Il non aver discusso, poi, di un bando importante per la città, i cittadini e per l’amministrazione stessa, fatta anche da noi opposizione, suona ancor più di atti arroganti. Noi, come gruppo Sel, eravamo già stati firmatari insieme agli altri consiglieri d’opposizione, di una richiesta di confronto su un argomento così importante come il bando sul servizio di raccolta rifiuti ed oggi ne ribadiamo l’importanza. Questo sindaco, quando da consigliere comunale contestava certi atteggiamenti della precedente amministrazione, oggi invece, si comporta in modo peggiore, altro non fa che dimostrare alla città ed ai Cittadini quanto il termine “coerenza e rispetto del programma politico”, abbia un altro significato nel vocabolario garozziano”.

Comments are closed.