MULTICAR

Siracusa. Caso Scieri, la madre incontra il ministro Pinotti. “Una nuova speranza di fare giustizia”

lele scieri

Il caso di Lele Scieri, il militare di leva trovato morto nel ’99 all’interno della caserma Gamerra di Pisa , all’attenzione della ministra della Difesa Pinotti. La madre del giovane siracusano deceduto in circostanze che, a distanza di 15 anni non sono ancora state chiarite, ha incontrato l’esponente del Governo a Roma, ottenendo la garanzia della volontà di interessarsi della vicenda, per fare luce e, se possibile, assecondare la richiesta della famiglia che sia fatta giustizia. Una richiesta che è partita in queste settimane anche dal territorio, con un’operazione di raccolta firme, partita da Facebook, proprio con l’obiettivo di riportare alta l’attenzione, nelle sedi istituzionali principali, su una storia tragica, ma fatta anche, per diversi aspetti, di silenzi che occorrerebbe rompere. Richiesta che riguarda l’istituzione di una specifica commissione parlamentare di inchiesta Il sindaco, Giancarlo Garozzo commenta le parole di Pinotti definendole “uno spiraglio sulla possibilità di fare nuova luce intorno ad una brutta pagina delle nostre forze armate e di soddisfare il desiderio di giustizia della famiglia, che è la stessa di tutta la comunità siracusana, che ha trovato espressione nelle iniziative della deputata Sofia Amoddio. Le parole del ministro- conclude Garozzo- ci danno nuova speranza”

Comments are closed.

Siracusa City Play store android
Siracusa City App store