MULTICAR

Siracusa. Centri di accoglienza sotto esame. Il prefetto Gradone: “forse commessi involontari errori”

prefetto e questorek

Dopo le notizie riguardanti due centri di accoglienza del siracusano su cui starebbe puntando le sue attenzioni anche la magistratura locale – a seguito di alcune intercettazioni nell’inchiesta Mafia Capitale – il prefetto Armando Gradone parla di possibili errori forse commessi alimentati dall’emergenza di procedere in un breve lasso di tempo. “Mi riferisco alla difficoltà di dover far fronte a compiti che si sono presentati come particolarmente complessi e delicati, tali da richiedere quasi sempre risposte rapide e precise”, ha detto il prefetto. “E’ chiaro – prosegue – che questo non può non far commettere, a volte, involontariamente, degli errori a cui ogni volta abbiamo cercato di porre rimedio”.
Parole pronunciate durante la presentazione del calendario 2015 della Polizia di Stato. Accanto al prefetto, il questore Mario Cageggi. “Non sono un riferimento a fatti specifici”, ha tenuto a precisare però Gradone. Ma il collegamento alle ultime vicende di cronaca è stato pressocchè immediato.

Comments are closed.

Siracusa City Play store android
Siracusa City App store