MULTICAR2

Siracusa. Concorso Mura Dionigiane, si premiano i vincitori. Poi, una mostra dedicata

mura_dionigiane

Il concorso era riservato agli studenti di Architettura ed è stato vinto dal gruppo di progettazione composto da Simone Iannucci e Simona Iachetti dell’università di Pescara. Il secondo premio è andato agli studenti del Politecnico di Milano Bovisa (Alessandra Nassivera, Alice Citterio, Claudio Giampietro, Carlo Maria Cislaghi e Michela Tettamanti); il terzo a quelli di Ferrara: Francesco Tonnarelli, Giacomo Moretti, Michele Pelliconi, Giacomo Quercia e Matteo Viciani. Al gruppo primo classificato sarà assegnato un premio di 2.500 euro, al secondo 1.500, al terzo 1.000.
Al gruppo della Struttura didattica speciale di Architettura di Siracusa, composto da Alessio Marino e Paolo Mercorillo, la commissione giudicatrice ha riconosciuto la menzione speciale. Menzione anche per due gruppi del Politecnico di Milano Bovisa (composti rispettivamente da Petra Montuschi, Mirko Franzoi, Marco Morlacchi, e da Alessandro Rigamonti e Yuan Hao Li) e per il progetto di Daniela Lazzari, iscritta a Firenze.
Il concorso è il frutto di una collaborazione tra soggetti pubblici e privati: la Sds di Siracusa, il Consorzio universitario “Archimede”, il Comitato per i parchi “Santi Luigi Agnello” e lo studio legale Giuliano di Siracusa.
Erano state 81 le richieste di ammissione; 52 le idee progettuali esaminate da una commissione composta da: Vincenzo Cabianca, urbanista e coautore del secondo PRG di Siracusa; Teresa Cannarozzo, ordinario di Urbanistica, università di Palermo; Alberto Ferlenga, ordinario di Composizione architettonica e urbana dell’Iuav (Istituto universitario architettura Venezia); Corrado V. Giuliano, avvocato, esperto in diritto urbanistico e ambientale; Dieter Mertens, già direttore dell’Istituto archeologico germanico di Roma; Giuseppe Voza, archeologo e soprintendente emerito ai Beni culturali e ambientali di Siracusa; Emanuele Fidone, professore associato di Architettura, delegato del presidente della Sds di Siracusa; Roberto Meloni, presidente del Consorzio universitario “Archimede”; Vincenzo Latina, ricercatore della Sds, delegato dal presidente del “Comitato per i parchi”.
La mostra dell’ex convento del Ritiro rimarrà aperta fino al 24 novembre e da venerdì 29 a domenica 1 dicembre. Gli orari di apertura saranno i seguenti: il venerdì dalle ore 11 alle 14 e dalle 17 alle 20; il sabato dalle 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 21; la domenica dalle ore 17 alle 21.
Durante il periodo di apertura della mostra, nei locali dove saranno esposti i progetti, i cittadini potranno conversare con accompagnatori speciali. Il programma delle conversazioni è il seguente: 22 novembre, ore 12 e ore 18,00 conversazione con gli studenti vincitori del concorso; 23 novembre, ore 11, conversazione con Giuseppe Ansaldi, naturalista e presidente del Comitato per i parchi; sabato 23 novembre, ore 18, conversazione con Alesso Lo Giudice, assessore comunale ai Beni e alle Politiche culturali e all’Unesco; domenica 24, ore 18, conversazione con Corrado Giuliano, ideatore del concorso. Dal 29 novembre all’1 dicembre, negli stessi orari, il pubblico potrà partecipare a conversazioni con i docenti della Sds di Siracusa e con gli studenti premiati con la menzione speciale.

Comments are closed.

bogart 4