• Siracusa. Firmato il “Patto di Amicizia” con la città tedesca di Wurzburg

    Firmato questa mattina il “Patto di amicizia” tra Siracusa e Würzburg, cittadina tedesca patrimonio Unesco anch’essa. Un’amicizia nel segno della cultura e della storia.
    Il sindaco, Giancarlo Garozzo, e quello di Wurzburg, Christian Schuchardt, hanno sottoscritto stamattina il protocollo che apre la strada ad una fase di collaborazioni e scambi che potranno culminare, tra qualche anno, a un gemellaggio.
    La firma dell’intesa, nel salone “Paolo Borsellino” di palazzo Vermexio, è avvenuta davanti alle rappresentanze delle due città: il presidente del consiglio comunale, Santino Armaro, e l’assessore alla Attività produttive, Dario Tota, per Siracusa; il sindaco onorario, Adolf Bauer, e consiglieri comunali di origini siciliane, Emanuele La Rosa e Antonio Pecoraro, per Würzburg. Presenti una delegazione della città tedesca e un gruppo di aderenti dell’Associazione culturale italo-tedesca guidati dal presidente, Giuseppe Moscatt, che ha aperto la strada alle relazioni tra i due comuni culminate nel Patto di oggi.
    “Questa firma – ha detto il sindaco Garozzo – nasce con l’obiettivo di coltivare relazioni con un Paese importante come la Germania e di aprirci ad esperienze amministrative diverse dalla nostra ma con la consapevolezza di potere dare anche noi un nostro contributo di conoscenze. Dunque, ci scambieremo delle buone pratiche e, ovviamente, iniziative che facciano conoscere i rispettivi territori certi di potere presentare offerte importanti e di grande interesse dal punto di vista culturale. Würzburg ha un’eccellente università, noi porteremo il valore della storia siracusana che i nostri ospiti stanno apprezzando nel corso della loro visita”.
    Il primo cittadino tedesco, Schuchardt, ha ricordato le affinità tra le due città. “Ci uniscono il numero di abitanti, l’iscrizione alla lista Unesco dei siti Patrimonio dell’Umanità, la presenza del barocco nei palazzi storici, le attività culturali e il poeta August von Platen, che morì a Siracusa dopo avere insegnato a Würzburg. Sarà importante incentivare lo scambio tra cittadini; poi dovremo promuovere i contatti tra istituzioni locali, scuole e università che possono portare a relazioni economiche, culturali e professionali stabili”.
    Gli ospiti tedeschi hanno offerto alla città la statuetta in porcellana del “Pastore danzante”, che viene donata da Würzburg ai benemeriti e agli ospiti illustri e una bottiglia di Sylvaner, un vino di alta qualità prodotto nella loro regione, la Franconia. In cambio hanno ricevuto la pubblicazione istituzionale con la storia di Siracusa e del suo patrimonio.

    image_pdfimage_print
  • freccia