• Siracusa. Riparato il guasto al tubo portante, tornata l'acqua. "Condutture vecchie e fatiscenti"

    Aggiornamento delle 15.30.  Tornata l’acqua nelle case dei siracusani dopo una mattinata segnata da pressione bassa prima e rubinetti a secco dopo. Poco prima delle 11 è stato completato l’intervento di riparazione del nuovo guasto alla rete idrica che ha messo ko il servizio in gran parte della città. Secondo le ultime previsioni, entro la mattinata, il livello dell’acqua nei serbatoi dovrebbe essere tale da poter ripristinare la normale erogazione. I tecnici, dopo i lavori sul tubo 600 che alimenta Bufalaro Alto, concentrano le loro attenzioni sul battente d’acqua dei pozzi per evitare che possa entrare aria nelle condutture, cosa che potrebbe ulteriormente ritardare la normale distribuzione dell’acqua nelle case dei siracusani. Per prevenire l’eventualità, mobilitate tutte le squadre per interventi di stillatura manuale nelle varie zone della città.
    A causare il nuovo problema, l’ovalizzazione di un vecchio tubo portante, il cosiddetto “600”. Ormai privo della forma originale, dopo 30 o 40 anni di servizio, non ha permesso un normale accoppiamento con un tratto di tubo nuovo che era stato programmato di sostituire ieri sera dopo una perdita che rischiava di diventare preoccupante.
    Tra sette giorni, l’amministrazione comunale sostituirà 800 metri lineare della conduttura portante ormai usurata nell’evidente disinteresse di chi in passato ha gestito il servizio idrico a Siracusa. Il nuovo tubo sarà ricoperto in neoprene per evitare i danni collegati anche alle cariche galvaniche che esistono nella zona. “Rete complessa e fatiscente”, annota amaro l’ingegnere capo del Comune, Natale Borgione, dalle 23 di venerdì sul posto per seguire e coordinare le operazioni.
    (foto: archivio)

  • freccia