• Siracusa. Igiene urbana, avanti con proroga ad Igm: ma c’è una novità…

    Un altro mese di proroga per Igm. E’ stata emessa l’ordinanza sindacale che conferma fino al termine luglio le attuali condizioni di raccolta dei rifiuti urbani e spazzamento delle vie cittadine. Nei piani dell’amministrazione comunale si doveva passare ad un nuovo affidatario ed un nuovo servizio, con massiccio ricorso alla raccolta differenziata e – tra le altre cose – la “sparizione” dei cassonetti.
    Ma l’ordinanza cautelare del Consiglio di Stato dello scorso 23 giugno ha allontanato l’aggiudicazione definitiva del servizio, disponendo la riammissione in gara della Tekra. Per cui, come in una sorta di gioco da tavolo, si torna indietro di almeno tre caselle.
    C’è un elemento di novità, rappresentato dalla nota che ieri è giunta a palazzo Vermexio da parte del raggruppamento temporaneo di imprese che si era aggiudicato provvisoriamente la gara (“Ambiente 2.0″, composto dalla Tech e dalla Aimeri). Nella lettera si manifesta la disponibilità ad avviare il nuovo servizio anche prima della chiusura del procedimento, alle condizioni e dietro il corrispettivo contenti nell’offerta presentata.
    La durata della proroga ad Igm è stata allora dettata si dalla necessità di attendere l’esito delle valutazioni della commissione di gara Urega – a cui verranno rimessi dal Comune gli atti di gara – ma anche dalla volontà di esaminare adeguatamente la proposta di avvio anticipato del nuovo servizio.
    “E’ inutile nascondere che l’aggravamento della gara determinato da fattori indipendenti dalla volontà dell’amministrazione ha determinato una situazione difficile da gestire”, commenta l’assessore all’Ecologia, Pierpaolo Coppa. Comunque fiducioso di poter venire a capo della intricata matassa.

  • freccia