• Siracusa. "Cassonetto colmo di rifiuti? Riporti a casa il sacchetto", multata turista milanese. Lo sfogo: "Ingiusto"

    “Multati perché il cassonetto era pieno e avremmo dovuto riportare l’immondizia a casa”. Protesta una cittadina milanese, in vacanza nel capoluogo, che affida a “SiracusaOggi” il suo sfogo. “Siamo persone oneste- premette la turista – e oltre a pagare correttamente le tasse, incluso il servizio di smaltimento dei rifiuti, ci comportiamo in maniera civile, rispettando la cosa pubblica e senza sforzo, ci viene naturale”. L’episodio che racconta la lettrice del nostro quotidiano on line risale a qualche sera fa. “Mi trovavo in casa di una mia cugina. Erano le 22,00 circa e, dopo cena, mio padre ha deciso di andare a buttare la spazzatura nei vicini cassonetti, rispettando l’orario indicato. I cassonetti, quattro in quella zona- specifica Cinzia V.- erano tutti stracolmi, tanto che , per evitare che poggiando il nostro sacchetto tutti gli altri potessero cadere, con un prevedibile effetto domino, mio padre ha deciso di adagiare la busta accanto al cassonetto”. Proprio in quel momento alcuni agenti della polizia ambientale in servizio stavano perlustrando quell’area. “Non hanno voluto sentire ragioni- protesta ancora la lettrice di SiracusaOggi- hanno elevato una multa di 100 euro, sostenendo che il fatto che il cassonetto fosse pieno avrebbe dovuto spingerci a riportare l’immondizia in casa, nonostante noi stessimo rispettando l’orario di conferimento e molti altri, evidentemente, non avevano fatto altrettanto. Assurdo- conclude la cittadina milanese- che si danneggi proprio chi si comporta correttamente”.

  • freccia