• Siracusa. La Polizia a difesa delle donne vittime di violenza con “Questo non è amore”

    “…Questo non è amore” è lo slogan che la Polizia di Stato ha scelto di legare al nuovo progetto contro la violenza sulle donne. L’iniziativa, che prende spunto dalla campagna educativa realizzata nel 2013-2014 dalla Questura de L’Aquila, avrà inizio domani sabato 2 luglio e vedrà coinvolte, in contemporanea, 14 province italiane tra cui Siracusa.
    Per la giornata inaugurale di domani, la postazione mobile sarà presente in piazza Duomo dove il Questore, Mario Caggegi, e la testimonial d’eccezione Irene Burgo, campionessa di canoa, spiegheranno i dettagli del progetto e saranno pronti, assieme al personale specializzato, a fornire tutti i consigli utili ed un supporto qualificato alle donne vittime di violenza.
    La Polizia di Stato, da sempre molto attenta ai fenomeni del femminicidio e dei maltrattamenti in famiglia, ha deciso di compiere un ulteriore passo di avvicinamento nei confronti delle vittime di questi reati. Il progetto ha come finalità la creazione di un contatto diretto tra le donne ed una equipe di operatori specializzati pronti a raccogliere le testimonianze dirette di chi, spesso, ha paura a denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di Polizia.
    Il primo e il terzo sabato del mese, a partire da luglio, sarà sempre attiva la postazione mobile della Polizia di Stato che ospiterà un gruppo di esperti costituito da un medico/psicologo della Polizia di Stato, un operatore della Squadra Mobile–sezione specializzata, un operatore della Divisione Anticrimine e/o dell’Ufficio Denunce dell’U.P.G.S.P. ed un rappresentante della rete antiviolenza locale.

    image_pdfimage_print
  • freccia