• Siracusa. Pesce spada sbarcato senza pre-notifiche, multa da 8.000 euro e sequestro

    La Capitaneria di Porto di Siracusa ha effettuato dei controlli ai punti di sbarco dei pescherecci intenti ad effettuare operazioni commerciali.
    Durante il sopralluogo, i militari hanno riscontrato la presenza di tre esemplari di pesce spada, senza che il comandante del peschereccio avesse provveduto ad informare preventivamente la Capitaneria di Porto di Siracusa attraverso la pre-notifica che deve essere effettuata quattro ore prima dell’ingresso dell’unità in Porto.
    Inoltre, da controlli sul Log-Book elettronico in dotazione all’unità da pesca, i militari hanno rilevato che i tre esemplari di pesce spada non erano stati dichiarati.
    Elevata una sanzione amministrativa di 8.000 euro a carico del comandante dell’unità con riflessi sulla licenza di pesca. Il prodotto ittico, quantificato in 120 kg, è stato sequestrato. E’ stato dichiarato idoneo al consumo umano e donato in beneficenza ad un istituto caritatevole della città.
    La recente normativa sulla pesca del pesce spada nel Mediterraneo ha stabilito l’obbligo di registrare e comunicare anche i quantitativi catturati di pesce spada inferiori a 50 Kg e di compilare il Modulo di dichiarazione delle catture, sbarco e trasbordo di pesce spada che deve essere consegnato all’Autorità Marittima del porto di approdo.
    E’ obbligo la pre-notifica delle informazioni minime inerenti lo sbarco/trasbordo di esemplari di pesce spada catturati, da effettuare con qualsiasi mezzo all’Autorità Marittima del porto di sbarco 4 ore prima del rientro in porto.
    E’ possibile consultare l’Ordinanza apposita della Capitaneria di Porto di Siracusa (sbarco/trasbordo del pesce spada) al seguente link: http://www.guardiacostiera.gov.it/siracusa

    image_pdfimage_print
  • freccia