MULTICAR

Siracusa. Ponte dei Calafatari, fioccano le polemiche. Rossitto: “Studi di Protezione Civile avallano la demolizione”

calafatari demolizione 01

Si allungano i tempi per completare la demolizione del ponte dei Calafatari. Il maltempo ha costretto a rivedere i piani, insieme a qualche difficoltà tecnica messa in conto. L’ultima delle otto travi in calcestruzzo e ferro che costituiscono la struttura che collega le due rive della Darsena verrà rimossa nei primi giorni del 2015.
Ma proprio mentre entrano nel vivo le fasi più delicate -e spettacolari – della demolizione, arrivano anche le polemiche circa l’opportunità di demolire un ponte che consentiva una seconda uscita veicolare da Ortigia. A rispondere alle critiche è l’assessore ai lavori pubblici, Gianluca Rossitto. “La Protezione Civile finanziò la costruzione del ponte Santa Lucia dietro assicurazione che sarebbe stato demolito il Calafatari, giudicato non idoneo ad assolvere funzioni di via di fuga”, spiega. Il Calafatari, in effetti, finiva con una curva a gomito che mal si presta ad esigenze di sicurezza. E a proposito di sicurezza, le sue condizioni era giudicate critiche da tempo tant’è che ne era stato disposto il restringimento.
Quindi – lascia intendere Rossitto – gli studi di Protezione Civile danno via libera alla demolizione del Calafatari, forti anche dei numeri che danno in diminuzione i residenti in Ortigia e la popolazione di Siracusa. Pertanto, le proiezioni realizzate a Palermo assicurano sulla sufficienza di due ponti per l’isolotto, considerando però il solo Santa Lucia come idoneo per esigenze di sicurezza, quindi come via di fuga o corsia di accesso per i mezzi di soccorso in caso di necessità.
Resta da capire come cambierà adesso la zona. Di certo c’è torneranno i vecchi profili della Darsena, anni 60. Per il resto, l’area dei Calafatari è oggetto di uno studio di progettazione dell’amministrazione che prevede la realizzazione di un parco perdonale con aree a verde. Ma anche una più complessa rivalutazione dell’area. Poco distante, intanto, in primavera verrà inaugurato il nuovo albergo Marriott nell’ex Palazzo delle Poste. Con gli oneri di urbanizzazione sarà possibile abbellire il Talete e Riva delle Poste. Dopo bisognerà decidere su piazza delle Poste. Parcheggio selvaggio si o no? Questo l’interrogativo a cui bisognerà dare una risposta.

Comments are closed.

Siracusa City Play store android
Siracusa City App store