MULTICAR

Siracusa. Presepe sommerso fino al 7 gennaio, domani la posa delle statue

presepe-sommerso05-249x300

Si rinnova, per il secondo anno consecutivo, l’appuntamento con il presepe sommerso organizzato dall’associazione di Protezione Civile Ross con il patrocinio del Comune. La straordinaria realizzazione, collocata in Riva Forte del Gallo, potrà essere ammirata da domani al 7 gennaio. Il presepe sommerso vede la compartecipazione delle associazioni “Diversamente uguali” e “Angsa” che sotto la guida dell’artista Giuseppe Piccione si sono occupate della colorazione delle statue del presepe, quest’anno dedicato al caporeparto dei Ross, Maurizio Alì, scomparso prematuramente a 48 anni. Per Francesco Italia, assessore alla Cultura si tratta di “un’altra iniziativa che servirà a rendere ancora più suggestivo il periodo natalizio”. Per Lisa Rubino, presidente dell’associazione Diversamente uguali onlus “l’esperienza del presepe sommerso ci permette di fare conoscere le potenzialità dei nostri ragazzi, integrando un’attività del territorio con le nostre iniziative, volte a favorire l’inserimento delle persone con disabilità”. All’interno dell’iniziativa si inserisce un momento di solidarietà, “Il boccone di Natale”, organizzato dall’associazione “Il Boccone del povero”, che si svolgerà nella piazza della Guardia Costiera dalle 9 di domani con la raccolta di prodotti di prima necessità da destinare alle famiglie disagiate della città. Ricco e suggestivo il calendario di domani quando, alle 9.30, tutte le associazioni si raduneranno nella la Chiesa di San Paolo, vicino Tempio di Apollo, dove padre Rosario Lo Bello benedirà le statue alla presenza dei sommozzatori e dei volontari. Alle 10, dalla chiesa partirà un corteo che percorrerà il ponte Umbertino fino a raggiungere Riva Forte del Gallo dove l’arrivo è previsto alle 10,30 con la messa in opera del presepe da parte dei sommozzatori Ross, dei Sub Anemone, Ass.Fir, Sns Lentini, Katanè Diving Club Catania, Coordinamento UISP Sub Sicilia. Seguiranno i canti e i cori dell’associazione Anteas.

Comments are closed.

ACAT3