MULTICAR

Siracusa. Sanità, nel 2015 Radioterapia e Pet/Tac. A febbraio il nuovo Registro Tumori

brugaletta e madeddu

“Presto l’attivazione di Radioterapia e Pet/Tac a Siracusa”. La garanzia è arrivata questa mattina dal direttore generale dell’Asp, Salvatore Brugaletta, durante il consueto incontro di fine anno. “Nell’area dell’ospedale Rizza di viale Epipoli, i lavori per l’istituzione del servizio di Radioterapia- ha spiegato il dirigente- vanno avanti a ritmo serrato e in anticipo rispetto ai temi preventivati”. Completati i lavori strutturali del bunker e dell’edificio adiacente. Lavori partiti lo scorso settembre, dopo una lunga e intricata vicenda burocratica e, per certi versi, anche politica. All’Umberto I, invece, sempre secondo quanto comunicato oggi, vanno avanti i lavori di ristrutturazione della Medicina Nucleare e per l’installazione della Pet/Tac. Un’attesa, prima che i servizi siano attivi, che non dovrebbe durare più di qualche mese in base alle previsioni dell’azienda sanitaria provinciale. “Un successo – ha affermato Brugaletta- da ascrivere, insieme a tanti altri, a questa amministrazione”. Insieme a lui, il direttore sanitario, Anselmo Madeddu a tracciare un bilancio dell’attività svolta nel corso del 2014. Un ringraziamento particolare il direttore generale ha voluto rivolgere al prefetto di Siracusa Armando Gradone per “l’eccellente lavoro di regia delle attività di assistenza relative agli sbarchi di migranti, che ha visto quest’anno l’azienda sanitaria in prima linea con medici dei punti territoriale di emergenza e del Pronto soccorso fronteggiare- prosegue il general manager- una situazione di assoluta emergenza con una organizzazione che è stata presa a modello dall’assessorato regionale della Salute per la stesura del Piano regionale di contingenza”. Brugaletta ha poi ricordato il restyling del Pronto soccorso, “con la realizzazione di spazi adeguati per l’osservazione breve intensiva, sale di attesa e di triage a tutela della privacy dei pazienti e del rispetto dei familiari, l’apertura dell’ambulatorio per i codici bianchi , che ha consentito di ridurre drasticamente l’afflusso di pazienti meno gravi nell’area di emergenza”. Poi l’avvio dell’attività di “Codice Rosa” per l’assistenza alle vittime di violenza e l’accoglienza, alla presenza di psicologi nell’area di emergenza. Tra gli altri obiettivi raggiunti, il direttore generale ha parlato della messa in sicurezza dell’ex ospedale di Pachino, che ospiterà la residenza sanitaria assistita. Per Augusta, è in fase di collaudo il nuovo pronto soccorso, mentre sono stati completate le operazioni di trasferimento dei servizi territoriali e del Pta all’interno della struttura sanitaria. Sottolineato l’ampliamento dell’orario di apertura degli ambulatori al Presidio territoriale di assistenza di Siracusa all’intera giornata. “Per l’ospedale unico Avola-Noto –aggiunge Brugaletta- ricordo la presentazione alla Regione per l’approvazione lo scorso settembre del progetto di rifunzionalizzazione e, per la zona nord, l’avvio dell’intesa con l’Università di Catania per la costituzione del polo oncologico con particolare riferimento alle specialità di chirurgia e oncoematologia e l’intesa con il Corpo forestale per l’implementazione del parco nel terreno circostante l’ospedale di Lentini”. Poi i progetti di prevenzione, in diversi ambiti, la collaborazione con la polizia stradale contro le stragi del sabato sera, lo sportello InfoAutismo, l’attività di prevenzione delle ludopatie. Tra gli ultimi provvedimenti citati, la stabilizzazione di un altro gruppo di precari dell’ente. Sul fronte ambientale, Madeddu ha annunciato la data di pubblicazione del nuovo Registro Tumori, l’8 febbraio prossimo, con cui si renderanno noti e pubblici gli ultimi dati relativi alla mortalità per neoplasia e all’incidenza di ogni singola patologia per zona.

Comments are closed.

Siracusa City Play store android
Siracusa City App store