MULTICAR

Siracusa. Storie di buona sanità, Palestro: “Quei bravi medici e infermieri di cui si parla poco”

Elisoccorso

“Un nostro concittadino lotta per la vita da un mese e, nella speranza tutto vada bene, è giusto sottolineare la professionalità di chi ha saputo  soccorrerlo nel giusto modo”. Il consigliere comunale Alberto Palestro sceglie il giorno dell’antivigilia di Natale per raccontare una storia che ha seguito da vicino. “Si parla ogni giorno di malasanità- premette Palestro- La stessa attenzione non si ha, però, quando il personale sanitario opera con spirito di abnegazione e senso del dovere, mettendo in campo l’amore per il prossimo”. Tutte qualità che i medici e gli infermieri del Pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I” avrebbero dimostrato la sera del 21 novembre scorso, un venerdì. “Mentre si tentava disperatamente di salvare la vita ad un paziente- racconta Palestro- si garantiva anche la tempestiva e dettagliata informazione” a chi attendeva, in preda all’ansia, notizie. “Doveroso ringraziare la dottoressa Claudia Pirri-prosegue Palestro- per avere subito individuato la tragica patologia che ha colpito il paziente, insospettita dai sintomi lamentati e indirizzando il percorso verso la giusta soluzione. In presenza di una gravissima forma di aneurisma all’aorta ascendente molto vasta- entra nel dettaglio il consigliere comunale -l’equipe di rianimatori e personale infermieristico ha fatto tutto il possibile per limitare i danni in attesa del trasporto in elisoccorso in un centro specializzato, l’Ismett di Palermo”. Palestro auspica che le professionalità di cui il territorio dispone vengano adeguatamente “riconosciute ed esaltate, attraverso un sistema che possa incentivare e favorire le competenze professionali che abbiamo, spesso soffocate da un errato sistema e metodo di valutazione”.

Comments are closed.

ACAT3