MULTICAR

Siracusa. Traversa Case Bianche al buio e pericolosa. “Da un anno senza illuminazione”

case bianche

“Traversa Case Bianche priva da quasi un anno di illuminazione pubblica. Così l’ex Provincia taglia i costi”. La protesta parte da un residente della zona. “Non sappiamo se il disservizio sia legato ad un guasto o se si tratti di una precisa scelta dell’ente- premette il lettore di SiracusaOggi- Quello che è certo è che siamo al buio e che avremmo diritto all’illuminazione nella zona, visto che paghiamo regolarmente le tasse”. Vani, secondo quanto racconta il residente, i tentativi di avere chiarimenti. “In un primo momento – spiega il cittadino – ci è stato detto che non era possibile intervenire perché il destino delle ex Province non era ancora stato definito. Niente fondi per inviare dei tecnici che verificassero il problema. Così, da un anno, rischiamo ogni giorno di rimanere coinvolti in qualche incidente, visto che la strada, nella quale sboccano 8 traverse, è molto transitata da mezzi che la percorrono ad alta velocità, forse pensando che si tratti di una zona disabitata”. A questo si aggiungerebbero anche le condizioni del manto stradale, tutt’altro che ottimale, danneggiato dai ripetuti passaggi di mezzi pesanti, “con pericolosi avvallamenti che costringono gli automobilisti a improvvise sterzate per evitare di toccare con il fondo dell’auto o, peggio ancora, di sbandare. La cosa assurda-fa notare il lettore di SiracusaOggi – è che si chiede solo di verificare quale sia la causa ed intervenire per risolvere il problema; dopo tutto i pali e l’impianto sono esistenti, non si tratta di un’opera costosa, basterebbe davvero poco. Assurdo che si debba aspettare che accada qualcosa di grave”. Al buio anche le rotatorie realizzate sulla strada statale 124, dalle quali si accede alla Traversa Case Bianche. “L’illuminazione in questo caso- puntualizza il residente- è stata attivata solo per un breve lasso di tempo, all’inizio, forse per consentire i controlli dell’ente preposto alla verifica della realizzazione dell’impianto”. La richiesta è quella di un intervento tempestivo.

Comments are closed.

ACAT3