1

Siracusa. Ideal Service, addetti Servizio Contezioso vs Coppa: “Parlano i numeri”

I dipendenti Ideal Service del Servizio Contenzioso del Comune non ci stanno. Si alzano i toni della vertenza che ieri li ha visti stazionare davanti a Palazzo Vermexio in un sit-in spontaneo per tenere alta l’attenzione sulla loro vicenda lavorativa e sui paventati tagli. Non piacciono, ai dipendenti Ideal Service le considerazioni fatte dall’assessore Pierpaolo Coppa durante l’intervista di ieri su FMITALIA. Ragione per cui oggi i lavoratori mettono alcuni puntini sulle i e tirano fuori i “numeri” del loro lavoro.
L’art. 83 del Decreto legge 18 del 2020 (Nuove misure urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 concernente gli effetti in materia di giustizia civile, penale, tributaria e militare) in vigore dal 9 marzo 2020 al 15 aprile 2020, dispone che le udienze dei procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli uffici giudiziari sono rinviate d’ufficio a data successiva al 15 aprile 2020-premettono- Un ulteriore rinvio ha prorogato i termini all’11 Maggio 2020.  S’intendono sospesi per la stessa durata indicata nel primo periodo, i termini per la notifica del ricorso in primo grado innanzi alle Commissioni tributarie ed il termine di cui all’articolo 17-bis, comma 2 del decreto legislativo31 dicembre 1992 n. 546 (reclamo-mediazione).
Tale sospensione-precisano- non ha, ovviamente, interrotto l’attività delle Commissioni Tributarie di Siracusa che hanno continuato a calenderizzare i ricorsi decretandone e depositandone il rinvio il giorno stesso dell’udienza stabilita”. Considerato che “la costituzione in giudizio con il deposito delle memorie illustrative deve avvenire almeno 20 giorni prima della data stabilita per l’udienza, risulta chiaro ed evidente che il Servizio Contenzioso dell’Ufficio Tributi non poteva non costituirsi a prescindere dalle misure Covid19 di sospensione dei termini- proseguono- In merito alla sedicente consistente diminuzione del carico di lavoro assegnato al servizio, si è fatto un confronto tra il numero dei ricorsi posti in udienza nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio del 2019 ed il numero dei ricorsi posti in udienza nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio del 2020 relativamente al tributo Imu preso a campione”.
Dai dati desunti dal sito del Sistema Informativo della Giustizia Tributaria, spiegano i dipendenti,  “si evince come i ricorsi in udienza siano stati 165, in situazione di ordinaria amministrazione nell’anno 2019 e 123, in una situazione emergenziale come quella dettata dalla pandemia, nell’anno 2020.
L’esigua differenza numerica (42 ricorsi) è stata colmata, dall’impiegata Ideal Service dedicata, con la lavorazione di ben 130 pratiche tra ottemperanze su sentenze passate in giudicato ed adempimenti a seguito mediazione e conciliazione”. Aggiungono anche i dati relativi al periodo di lavoro agile (19/03/2020-25/05/2020) con circa 130 ricorsi lavorati, attraverso gli istituti della mediazione e della conciliazione. Parlano poi di  773 protocolli in carico al Servizio Contenzioso bonificati e di 119 lettere inviate ai contribuenti per il recupero delle spese legali su sentenze favorevoli, oltre a 120 istanze su mail ricevute direttamente dal dirigente e stornate al servizio.
Infine due ulteriori puntualizzazioni. “Per contravvenire al problema del deposito delle controdeduzioni presso le Commissioni Tributarie di 1° e 2° grado, in considerazione della chiusura degli sportelli che si protrarrà sino al 31 Luglio 2020-spiegano i lavoratori- il servizio ha intrapreso a regime il procedimento di deposito telematico su P.T.T. (Processo Tributario Telematico).
Il Servizio Contenzioso, che peraltro dal mese di Ottobre 2019 lavora senza un funzionario di riferimento-concludono- ha inoltre garantito la costituzione in giudizio, sino al 31 Ottobre 2020, di tutti gli appelli fissati in udienza ad oggi”.