1

A Siracusa il Garante per i diritti dei Disabili: lotta a “discriminazioni e disfunzioni”

Il Comune si dota di una nuova figura a tutela dei soggetti fragili. Si tratta del Garante dei diritti delle persone con Disabilità. Il regolamento è stato approvato nei giorni scorsi dal commissario straordinario che si sostituisce al consiglio comunale. Ne disciplina l’esercizio delle funzioni, i requisiti, le modalità relative alla nomina. Sarà un punto di riferimento in città per le persone con disabilità, le loro famiglie, i tutor, le associazioni e gli amministratori di sostegno. Sarà così più semplice segnalare eventuali disfunzioni, irregolarità, comportamenti omissivi o discriminatori. Uno strumento per porre un argine, dunque, con tempistiche abbastanza brevi, visto che sarà sufficiente rivolgersi ad un unico soggetto per far partire eventuali percorsi risolutori.

Il Garante per i Diritti delle Persone con Disabilità dovrà anche promuovere collaborazioni con enti territoriali e avanzare proposte, che possano andare nel segno del miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità che vivono a Siracusa. Ne avrà anche il tempo, visto che dal momento della sua nomina, resterà in carica per tutta la durata della sindacatura.

Sarà nominato dal sindaco tramite Avviso Pubblico. Tra i requisiti previsti dal regolamento, oltre a titoli di studio specifici (laurea in Giurisprudenza, Scienze Sociali, Scienze Politiche, Psicologia o Medicina) sarà necessaria una comprovata esperienza. Nessun legame politico, nessun lavoro da dipendente del Comune o da dirigente all’Asp o in aziende ospedaliere. Off limits anche per i consiglieri comunali.

L’incarico è a titolo gratuito, nessun rimborso di alcun tipo è previsto.