Siracusa. Ufficio Tributi, lavoratori contro. Pronte le azioni legali del gruppo di “supporto”

Si alza la tensione all’interno dell’ufficio tributi di Siracusa. Pronte a partire le azioni legali contro Comune e Ciclat. A promuoverle i lavoratori cosiddetti di supporto all’amministrazione comunale in servizio in quell’ufficio e delusi dopo l’aggiudicazione della gara dei relativi servizi.
“In merito all’accordo promosso dai sindacati di categoria all’atto dell’aggiudicazione, 8 mesi dopo si vedono disattese le promesse dell amministrazione comunale”, spiegano in una nota. “Comune ed Ati Ciclat si erano impegnate, entro 60 giorni dall’accordo, di riconcedere i livelli occupazionali acquisiti dopo anni di alta professionalità, di livellare le ore lavorative ed infine di colmare il gap economico con i lavoratori che hanno perso di più con la nuova gara d’appalto”, aggiungono.
Di tutto questo ancora nessuna traccia motivo per cui l’ufficio tributi risulta fortemente rallentato da circa un mese poiché i lavoratori svolgono mansioni inferiori (“come da contratto”)  e gli sportelli al pubblico sono chiusi di pomeriggio e il venerdì mattina. Da qui nasce adesso la volontà di adire le vie legali.