1

Tablet e televisori per i covid center del siracusano, doppia donazione

Tablet e televisori sono stati donati ai covid center dell’Asp di Siracusa. Due distinte iniziative condotte dal Centro Commerciale Archimede e dal Club Service Soroptimost.
Per regalare momenti di compagnia, seppur virtuali, ai pazienti ricoverati, il Centro commerciale Archimede ha donato venti tablet. A consegnarli, nelle mani del direttore generale dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficarra, è stato nei giorni scorsi il direttore del Centro, Francesco Pizzimenti che ha ricordato, inoltre, la raccolta fondi a favore dell’Azienda sanitaria avviata con il progetto “Donare è gratis”. Infatti, “oltre ai tablet – ha spiegato – bisogna fare di più non solo per i pazienti, ma per l’Asp locale e per i loro eroi che vivono in trincea”.
La seconda donazione è arrivata dal Club Service Soroptimist di Siracusa con 4 televisori destinati ai reparti di degenza del Covid Center dell’ospedale Umberto I, consegnati dalla presidente Maria Giovanna Carnemolla accompagnata dalla tesoriera Gaetana Casi. Presenti alla cerimonia il direttore del reparto Malattie Infettive, Antonella Franco, e il direttore degli Affari Generali, Lavinia Lo Curzio.
“Sin dall’inizio della pandemia – ha detto la presidente Soroptimist, Maria Giovanna Carnemolla – abbiamo manifestato concretamente il nostro sostegno a favore dei medici e di tutto il personale dell’ospedale Umberto I di Siracusa, impegnato in prima linea nei reparti COVID, donando articoli sanitari e dispositivi per la protezione individuale di prima necessità. Il supporto continua ancora, in occasione delle festività natalizie, rivolgendo l’attenzione anche ai pazienti ricoverati e assistiti presso il reparto di Malattie infettive donando quattro televisori che, strategicamente ubicati, possono contribuire a colmare i momenti di solitudine e di malinconia. L’intento è contribuire al benessere dei degenti e aiutarli a superare le interminabili ore in attesa di una completa guarigione”.
“A Siracusa abbiamo registrato grandi risultati a livello di donazioni – ha detto il direttore generale dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficarra -. Dopo un primo momento difficile, ad inizio della pandemia, con carenze di Dpi che non dipendevano da mancanze dirette ma da indisponibilità sul mercato, l’opinione pubblica è cambiata avvicinandosi all’Azienda sanitaria in maniera solidale sommergendola di donazioni. Il covid è una malattia infettiva che isola. Per questo sono importanti queste donazioni. Grazie”.