1

The Voice of Italy: KnockOut fatale per Angela Nobile. “Fiera di me. Ma posso fare meglio”

Si è fermata ai KnockOut l’avventura televisiva di Angela Nobile. La cantante siracusana, nella puntata di questa sera di The Voice of Italy, ha incrociato il microfono con Debbie Lou. E proprio la bionda e tatuata è stata scelta dal coach J-Ax. “Angela tu sei stata la ragazza che si è impegnata di più. Hai saputo dimostrare stile ed eleganza. Ti prego di non odiarmi, penso che nella mia squadra porti avanti la filosofia del loser. Porto avanti Debby Lou”, queste le parole con cui il rapper milanese ha congedato la Nobile. Per poi aggiungere: “è stata la scelta più difficile”. Lei para il colpo con filosofia: “devo imparare anche a perdere”. Poi un abbraccio sciogli tensione tra i due.
Per Angela Nobile The Voice rimane comunque qualcosa  “di pazzesco. Un’esperienza bellissima”, racconta. “Io non pensavo neanche di poter essere in grado di gestire emotivamente una cosa così grande”. E invece eccola arrivata sino alla soglia dei live. Scelta alle Blind, vincente alla Battle.
Al debutto nelle Blind Audition confida di essersi mossa al buio. “Mi sono preparata a casa, non avevo idea di cosa mi aspettasse o cosa stessi facendo”. Poi il gioco si è fatto interessante, con le prove, l’orchestra, i coach e i personaggi come Elio e le Storie Tese. “Il giorno prima della mia esibizione per la Battle mi hanno un pò smontata. Ma ho deciso di fare comunque quello che avevo programmato”, cioè offrire un’interpretazione differente rispetto a quella immortale di Mia Martini (Piccolo Uomo). “Non volevo correre il rischio di imitare l’inimitabile”. Prova di personalità, si direbbe. “Si, credo di si”. Anche se rivedendosi a casa qualche critica se l’è mossa da sola. So che posso e debbo cantare molto meglio perchè lo posso fare”. Ma di buona c’è stato “una gestione del controllo positiva, la voce non ha tremato eppure l’emozione era tanta”. E chissà cosa avrà pensato rivedendosi anche questa sera, nel duello con Debbie Lou perso perchè “troppo elegante” per un coach che preferisce una filosofia  rock. “Il suo mondo musicale è distante dal mio, ma non ha mai cercato di cambiarmi. Mi ha lasciato sempre me stessa”, dice di lui.
Comunque vada, Angela sa di poter essere fiera. The Voice le ha regalato maggiore consapevolezza. Se riesci a reggere quel palco, puoi anche coltivare il sogno di un futuro nel mondo della musica. “Ma rimango con i piedi per terra”. E con una laurea in scienza giuridiche che dovrebbe arrivare a luglio.