• Fortino della droga smantellato in via Italia, in due arrestati sul terrazzo(Video)

    Un nuovo fortino della droga è stato smantellato dalla Polizia, intervenuta in una palazzina di via Italia 103 anche con l’ausilio di unità cinofile. Gli uomini della Squadra Mobile e delle Volanti, insieme alla Scientifica e al Nucleo Cinofili della Questura di Catania, hanno letteralmente abbattuto portoni blindati e cancelli in ferro posti a “difesa” verosimilmente dell’attività di spaccio.
    Due quarantenni sono stati arrestati, dopo un tentativo di fuga terminato sul terrazzo delle palazzine. Si tratta di Concetto Genovese, 41 anni, e Gianluca Abate, 42 anni.
    Nel corso della perquisizione, rinvenute e sequestrate oltre 47 dosi di cocaina per complessivi 14 grammi, 36 dosi di hashish per 22 grammi e 12 dosi di marijuana per 6 grammi, oltre a circa 1.150 euro, e materiale per il confezionamento per la droga.
    Nella stessa zona, nelle settimana scorsa, la polizia aveva rimosso dei cancelli abusivi a protezione dell’attività di spaccio. La “fortezza” era stata però ricostruita.

    L’intervento è stato condotto in esecuzione del decreto di sequestro preventivo emesso dal Procuratore Fabio Scavone e dal Sostituto  Gaetano Bono. Sequestrato anche un casotto, realizzato abusivamente sulla terrazza della palazzina, dove alcune settimane addietro erano state rinvenute numerose armi e munizioni, fra cui una pistola ed un fucile a canne mozze.
    Abate e Genovese, entrambi già noti alla giustizia, sono stati colti in flagranza di reato. Risponderanno di detenzione ai fini di spaccio di marijuana, cocaina, hascisc e denaro frutto dell’attività illecita.
    La droga sequestrata avrebbe fruttato se smerciata circa 1400 euro  per la cocaina, 400 euro per l’hascisc e 60 euro per la marijuana. I due presunti pusher sono stati posti ai domiciliari.
    Nota a margine, i polizotti hanno anche scoperto che nel condominio altri due soggetti avevano manomesso i contatori dell’energia elettrica per non registrare i reali consumi. Sono stati denunciati per furto aggravato.

     

    Auto in fiamme sull’autostrada Siracusa-Catania: IL VIDEO(Video)

    Auto in fiamme lungo l’autostrada Siracusa- Catania. Per ragioni ancora al vaglio, il mezzo è andato a fuoco poco prima dello svincolo Belvedere-Siracusa Nord. Il veicolo viaggiava in direzione Catania.Sul posto, i vigili del fuoco per le operazioni di spegnimento. L’intervento non ha comportato particolari difficoltà ed è stato concluso con successo in un breve lasso di tempo.

    Siracusa. Barca a vela nella tempesta, 52enne soccorso dai Vigili del Fuoco (Foto e Video)(Video)

    Mentre infuriava la tempesta di vento, una barca a vela si è ritrovata a sfidare i marosi.
    Sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco di Siracusa e Palazzolo, intorno alle 3:45 allertati dalla Capitaneria di Porto, per soccorrere il malcapitato diportista, 52 anni di Reggio Emilia, rimasto incastrato con la sua imbarcazione sulla scogliera di Faro Carrozziere.
    Equipaggiati per il soccorso acquatico, i vigili del fuoco hanno recuperato l’uomo, affidato alle cure del 118.
    Soccorsi resi ancor più complicati dalla mareggiata e dal forte vento che da ore sferza Siracusa. La Guardia Costiera ha coordinato le operazioni che hanno richiesto anche l’intervento di un elicottero per le ricerche.

    La “manovrina” della Regione da 17 mln: alla Fondazione Inda solo 145mila euro(Video)

    Dopo l’accordo con il governo nazionale sul disavanzo, il governo Musumeci approva in giunta la manovrina che ridistribuisce ad alcune categorie 17 milioni di euro. Si tratta di risorse “liberate” dopo l’accordo spalmadebiti con Roma.
    L’assessorato all’Economia ha varato una “manovrina” per la distribuzione di queste risorse. Non si tratta di somme in più rispetto allo scorso anno, ma di cifre che erano state congelate per prudenza in modo da coprire il disavanzo.
    Alla Fondazione Inda di Siracusa vengono assegnati 145mila euro, contributo annuo per le spese di funzionamento e per il mantenimento delle attività istituzionali. A confronto con gli altri interventi, sembrano davvero poca cosa per un ente culturale che non crea buchi, ha fama internazionale e richiama pubblico da ogni dove. Eppure 2,8 milioni al teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania, 959 mila euro al Vittorio Emanuele di Messina, 635 mila euro al Biondo di Palermo, 2 milioni di euro all’Orchestra sinfonica siciliana, 1,6 milioni di euro al Teatro Massimo di Palermo e 395 mila euro al Teatro Stabile di Catania. Nella lista ci sono anche 1,2 milioni di euro per le riserve naturali (Cavagrande?), 3,4 milioni agli enti Parco.
    Nella manovrina, intanto, previsto l’avvio dell’esercizio provvisorio per due mesi, nelle more della Finanziaria regionale 2020. E in quella occasione si potranno anche rimpinguare le somme oggi stabilite in manovrina.

    Nevica nella zona montana: da Palazzolo a Buccheri, le affascinanti immagini dei centri siracusani(Video)

    Il termometro scende sotto lo zero nella zona montana siracusana e, dopo i primi fiocchi di sabato notte, arrivano le vere nevicate di stagione. Immagini cariche di fascino arrivano da Palazzolo, da Buccheri, da Ferla: i comuni montani si presentano imbiancati.
    Secondo i dati della rete regionale Sias, a Palazzolo registrata alle 20.23 una temperatura di un grado sotto lo zero. Secondo fonti locali, temperatura ancora più bassa – un grado circa – a Buccheri dove è in atto dalla serata quella che il sindaco Alessandro Caiazzo definisce una “tempesta di neve”.


    La Protezione Civile siracusana avvisa su “nevicate e gelate in atto a quote superiori ai 700 metri, con possibili sconfinamenti a quote inferiori”. La cittadinanza è stata invitata ad evitare l’uso dell’auto, se non strettamente necessario, per recarsi nella zona montana. Ricordiamo che vige l’obbligo di spostarsi con pneumatici da neve o con catene a bordo e pronte all’uso.
    Parlando di temperature, ecco le minime della serata: Siracusa 3,5°C; Augusta 4,8°; Noto 5,2°; Pachino 6,9°.

    Siracusa. Anniversario della Lacrimazione, parla il rettore del Santuario(Video)

    Il rettore del santuario della Madonna delle lacrime di Siracusa, padre Aurelio Russo, nel giorno del 66.o anniversario della lacrimazione. “La scienza si è inginocchiata alla religione”. Oggi l’istituzione del santuario regionale.

    Siracusa. Prenotazione visite e pagamento ticket in farmacia: parte il servizio. L’elenco(Video)

    Dal 16 settembre sarà possibile prenotare le visite specialistiche o pagare il ticket direttamente in farmacia. Si comincia con 12 farmacie aderenti in tutto il territorio provinciale ma FederFarma Siracusa spera di riuscire presto a triplicare il numero, con un servizio che integra il sistema pubblico dell’Asp con il vantaggio di orari più “comodi” come quelli, appunto, di una farmacia.
    Siglata oggi la convenzione che regola il nuovo servizio. A firmarla, il direttore generale dell’Asp, Salvatore Lucio Ficarra, ed il presidente di FederFarma Siracusa, Salvo Caruso. Il servizio avrà un costo di 4,5 euro nelle farmacie, mentre gli assistiti che godono dell’esenzione totale del ticket corrisponderanno alla farmacia l’importo di 3 euro come corrispettivo per la sola prenotazione.
    Le farmacie aderenti esporranno all’esterno ed all’interno appositi cartelli di segnalazione del servizio. La convenzione ha durata triennale ed è rinnovabile per altrettanti.

    ELENCO DELLE FARMACIE ADERENTI PER IL PRIMO PERIODO SPERIMENTALE

    Farmacia Caruso, via Necropoli Grotticelle, 25 – Siracusa
    Farmacia Zecchino, viale Zecchino, 199 – Siracusa
    Farmacia D’Agata di Lentini Dr. Francesco, via Vittorio Emanuele, 81- Portopalo
    Farmacia Caminito, p.zza S. Rizzo, 3- Melilli
    Farmacia Inserra Dr. Orazio & C. snc, via Cavour, 107- Carlentini
    Farmacia Monte Tauro, viale Epicarmo Gorbino, 65 – Augusta
    Farmacia Novello snc, C.so Nunzio Costa, 105 -Pachino
    Farmacia San Luigi, via A. Manzoni, 96 – Rosolini
    Farmacia Mirona, via IV Novembre, 26 – Buscemi
    Earmacia Campisi Dr. Salvatore, via Cavour, 32 – Solarino
    Farmacia Cannata Gentile Dr.ssa Giuseppina, via Iblea, 83 – Melilli
    Farmacia Pollara, via A. Gramsci, 20 -Lentini
    Farmacia Catania Dr.ssa Giovanna, viale Vittorio Veneto, 220 – Floridia
    Farmacia Alessandrello Dr.ssa Maria, via principe Umberto, 16 – Noto
    Farmacia Di Luca Vincenzo di Di Luca Mariangela, via Dell’Indipendenza, 22 – Belvedere

    VIDEO: Ordigni esplosivi in mare, intervengo i palombari dello Sdai di Augusta(Video)

    Dal 6 al 24 agosto 2019 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Augusta, hanno condotto numerose operazioni subacquee nelle acque che circondano l’isola della Sicilia neutralizzando ben 42 pericolosi ordigni esplosivi.
    Gli interventi d’urgenza sono stati disposti dalle Prefetture di Palermo, Siracusa, Trapani e Agrigento a seguito della segnalazione, da parte di privati cittadini, circa la presenza in mare di diversi ordigni esplosivi risalenti al secondo conflitto mondiale. Nel video, alcune fasi delle delicate operazioni.

    Atletica. Matteo Melluzzo è d’argento a Baku: vittoria sfuggita al fotofinish(Video)

    Straordinario Matteo Melluzzo: lo sprinter siracusano ha sfiorato la vittoria al Festival olimpico della gioventù europea, in corso di svolgimento a Baku (Azerbaigian). La medaglia d’oro è sfuggita appena per un centesimo di secondo, una inezia. Melluzzo ha corso i 100 metri in 10.48 (vento +1.7), beffato al fotofinish soltanto dal turco Umut Uysal (10.47).
    Ex judoka, atleta di punta della Milone Siracusa e fiore all’occhiello della velocità azzurra, ha migliorato ulteriormente il suo tempo e a 17 anni da compiere (lunedì prossimo il compleanno) è il secondo under 18 italiano di sempre, dietro soltanto a Filippo Tortu (10.33 nel 2015).

    Il video della rocambolesca fuga del rapinatore braccato a Belvedere dai carabinieri(Video)

    L’incredibile pomeriggio di Belvedere, frazione di Siracusa, alle prese con una rapina alle Poste e la disperata (e non riuscita) fuga del rapinatore. Nelle immagini riprese da un testimone oculare e pubblicate su Facebook, le operazioni di soccorso ad un ostaggio che ha accusato un malore e poi, nella parte alta dello schermo, il corri corri per acciuffare il rapinatore: un 34enne calabrese. Fuga in campagna, tra piante, rovi e ruzzoloni. Poi l’arresto: si era arrampicato su di un albero pur di sfuggire ai carabinieri alle sue calcagna.

    freccia