• Siracusa. “Cercasi donatore di midollo per Grazia”, appello dell’Avis regionale

    Serve un midollo per Grazia, una giovane di Modica malata di Leucemia. La famiglia ha lanciato l’appello anche attraverso il web e in tanti hanno dato la propria disponibilità. Non si è ancora arrivati al dunque, però. Il presidente regionale Avis, Salvatore Mandarà spiega che “per chi come lei vive quella realtà, serve l’aiuto di un “fratello” compatibile e la possibilità è bassa: circa uno su 100 mila. Per questo la corsa contro il tempo è affidata alla fortuna, ma dipende anche dalla sensibilità. Più aumenta il numero di donatori, più si rosicchia quella statistica perversa”. In Sicilia il record è in negativo. Parla di scarsa sensibilità sensibilità e di mancanza di campagne di sensibilizzazione. L’Avis contesta nache  l’assenza  delle istituzioni.. “Questo- protesta Mandarà- ci fa restare fanalino di cosa in ambito nazionale. L’Avis in Sicilia, fatta da 170 associazioni, partner dell’Admo, continua a dire donate, donate, donate a uomini e donne, dai 18 e ai 45 anni, se in buona salute, con un peso superiore ai 50 chili.Diventare donatori è semplice: si distende il braccio per il primo prelievo di sangue, il campione verrà spedito dove è possibile effettuare la tipizzazione per verificarne la compatibilità. Se il risultato è positivo, il possessore di quella combinazione verrà ricontattato per ulteriori accertamenti. Occorrono delle forti motivazioni per far vibrare la sensibilità della gente. Abbiamo il bisogno di avere una società più civile- continua Mandarà- con coloro che credono nei valori della solidarietà, che sono propensi ad aiutare il prossimo, che stimolano la cittadinanza attiva e che sono ancora convinti che la salute sia un diritto costituzionalmente riconosciuto.”

  • freccia