• Augusta. Giovane in prognosi riservata, fermato il presunto aggressore

    E’ durata appena qualche  ora la latitanza di Giuseppe Vona. Gli inquirenti lo hanno sorpreso in piazza Sacro Cuore, ad Augusta, e posto in stato di fermo. Il 30enne megarese è sospettato di avere causato lesioni gravissime ad un 22enne,  ricoverato in prognosi riservata presso Villa Salus.
    Tutto sarebbe avvenuto la sera del 7 marzo quando la giovane vittima, insieme ad un accompagnatore, si è recata in Commissariato per denunciare una violenta aggressione: “mi ha colpito con una pietra alla fronte”, spiega ancora sanguinante. I poliziotti chiedono l’intervento di un’ambulanza per le cure del caso. Al pronto soccorso dell’ospedale di Augusta viene subito riconosciuta la gravità delle sue condizioni e ne viene disposto il trasferimento nel reparto di neurochirurgia di Villa Salus.
    Le immediate indagini hanno permesso di concentrare i sospetti su Giuseppe Vona, ritenuto l’autore del violento gesto. Ma il 30enne, nel frattempo, cercava di rendersi irreperibile. Fino a ieri mattina, quando il fuggitivo è stato individuato e bloccato in prossimità di un chiosco, in piazza Sacro Cuore. L’accusa mossagli è lesioni gravissime.

    728x90
    freccia