• Calcio, Eccellenza. Batticuore Siracusa: sfida all'Igea Virtus con l'orecchio a Castelbuono

    Più che un big match, Igea Virtus-Siracusa è una vera e propria finale. Ciascuno per i suoi obiettivi, non può permettersi di lasciare punti per strada. I padroni di casa contano sul fattore D’Alcontres per completare una lunga rincorsa che li proietti nella zona play-off e per riuscirci devono ricucire il gap di dieci punti previsto dal regolamento. Il Siracusa, dal canto suo, intravede il traguardo finale con il fiato sul collo dello Scordia. Proprio gli inseguitori della capolista azzurra saranno di scena sul campo della Castelbuonese che poche giornate fa ha imposto il pari a Mascara e compagni.
    Anastasi ha convocato 21 giocatori: tutti disponibili. A seguire la trasferta circa duecento tifosi che partiranno da Siracusa con i pullman organizzati e con mezzi propri. E’ l’ultimo ostacolo da superare per poi affrontare con maggiore tranquillità le ultime due giornate.
    L’Igea Virtus dovrà fare a meno dello squalificato Cardia, in dubbio Ravidà e Di Stefano.

    728x90_Alfa_Stelvio
    freccia