• Calcio, Eccellenza. Il Siracusa vince, l'Igea perde la testa

    Anche senza Carbonaro, l’Sc Siracusa dimostra di sapere come si fa a vincere. Lo fa con carattere su di un campo non facile, quello dell’Igea Virtus. In casa della terza forza del torneo, gli azzurri sfoggiano una buona condizione fisica e psicologica e inanellano il nono risultato utile grazie al 2-0 che lancia sempre più in classifica la squadra di Strano. Partita subito accesa, giocata sul filo dei nervi e con ben 6 espulsi (2 per gli azzurri, Frittitta e Lombardo).  Primo cartellino rosso al 2′ minuto, con Quattrocchi subito fuori per un colpo a Frittitta. Un paio di buone occasioni per il Siracusa che passa al 60′ con il giovane Petrullo, freddo a stoppare e trasformare un buon assist di Bufalino. All’Igea Virtus saltano i nervi. Toni sempre più accesi in campo e contatti al limite. In rapida succesisone finiscono anzitempo negli spogliatoi  Triolo e Isgrò, seguiti dagli azzurri Frittitta e Lombardo. In clamorosa superiorità numerica, gli uomini di Strano raddoppiano all’81’ con una punizione di Figura. C’ è tempo per un altro espulso tra i giallorossi (D’Anna). Dopo otto minuti di recupero l’arbitro Scaramuzzino fischia la fine dei giochi.

    728x90_jeep_4xe
    freccia