• Eligia Ardita: ricorso inammissibile, la Cassazione conferma l’ergastolo per Leonardi

    La Cassazione ha confermato la condanna all’ergastolo a carico di Christian Leonardi, il 42enne accusato di aver ucciso la moglie Eligia Ardita, all’ottavo mese di gravidanza. Per la suprema corte il ricorso presentato dall’imputato è inammissibile.
    Il commento dei familiari della giovane infermiera siracusana è affidato ad un lungo post sui social. “Nessuna vittoria, perché Eligia e Giulia non torneranno mai più. Ma (le sentenze, ndr) hanno dato valore e rispetto a due vite strappate e spezzate da colui che avrebbe dovuto proteggerle tra le mura di casa, dove ogni donna sogna il lieto fine ed una splendida famiglia. Adesso e dopo 6 anni di lunga sofferenza per dimostrare la verità, lasciamo riposare in pace Eligia e Giulia e continuiamo a portare i fiori elaborando il nostro lutto in santa pace!”.
    Un pezzo del messaggio è rivolto anche a Leonardi. “All’assassino rivolgo le mie ultime parole: anziché con arroganza e presunzione proclamarti innocente, mettiti in grazia di Dio, la mancanza di pentimento è davvero crudele, ma diciamocela tutta non hai pietà nemmeno per te stesso”.
    Poco meno di una settimana fa, a Siracusa, il ministro dell’Interno Lamorgese ha scoperto la targa che intitola ad Eligia e Giulia Ardita la scuola di via Calatabiano.

    freccia