• Ex albergo-scuola, “impiegare manodopera siracusana”. E lo Iacp apre al confronto

    I sindacati hanno chiesto l’impiego di manodopera locale nel cantiere aperto per la riqualificazione dell’ex albergo scuola di via Crispi a Siracusa. Nel corso di un incontro con la presidente dello Iacp, Mariaelisa Mancarella, hanno ufficializzato la richiesta.
    Inoltre, hanno puntato l’attenzione sulla piena applicazione delle normative in materia di sicurezza sul lavoro e sul pagamento puntuale degli oneri contributivi.
    La presidente Mancarella ha preso l’impegno di convocare un tavolo, già nei prossimi giorni, per verificare come arrivare ad una intesa. “La richiesta dei sindacati di preferire lavoratori locali è di buon senso; la ristrutturazione e rifunzionalizzazione dell’ex albergo scuola è uno dei più grossi appalti pubblici nella provincia di Siracusa e sarebbe un peccato mancare la prospettiva di un incremento occupazionale locale. Per tali ragioni mi farò promotrice della costituzione di un tavolo di confronto tra azienda aggiudicatrice e parti sociali”, ha detto la Mancarella.
    L’importo dei lavori a base d’asta è di 8.734.688,57 euro. Ad aggiudicarsi l’appalto la R.T.I. Consorzio stabile Medil S.C.P.A., che come capogruppo mandataria ha firmato un contratto per l’importo finale di 7.040.503,07 euro. Le imprese esecutrici sono la Euroinfrastrutture SRL, la Cospin SRL, la Mammana Michelangelo.

    freccia