“I fantasmi di Portopalo”, contro la fiction il sindaco Mirarchi: “immagine negativa della nostra gente”

Seconda puntata, questa sera, della fiction di Rai 1 “I fantasmi di Portopalo”, con Beppe Fiorello. Accoglienza “freddina” nel Comune siracusano dopo la prima delle due puntate basate su una storia vera, il naufragio di un barcone di migranti nel canale di Sicilia la notte di Natale del 1996.
Il sindaco Giuseppe Mirarchi teme possa comunicare una immagine negativa di Portopalo. “Rischia di dare una immagine non veriteria della nostra gente”, lamenta dopo aver partecipato all’anteprima nazionale della fiction.
La storia raccontata nel romanzo di Bellu, adesso fiction tv, fece discutere anche all’epoca con ripercussioni estese anche all’attività di pesca, con il sequestro di alcuni pescherecci e l’interruzione dell’attività marinara. Mirarchi ha anche lamentato lo scarso coinvolgimento dell’amministrazione durante le riprese, tirando le orecchie alla Rai, al protagonista Beppe Fiorello ed a Salvo Lupo, il pescatore portopalese che raccontò al giornalista Giovanni Maria Bellu cosa succedeva a Portopalo in quel periodo.

image_pdfimage_print
  • freccia