• Il futuro del Porto Grande? “È nelle crociere”, con il nodo terminal da risolvere

    Il futuro del porto Grande di Siracusa? “È nelle crociere”. Non ha dubbi l’operatore portuale Alfredo Boccadifuoco. “Il porto è stato riqualificato con svariati milioni di euro proprio per questo scopo”.
    L’intesa con Msc potrebbe allora essere la prima di una serie, anche con altre compagnie. Questa, almeno, la previsione di Boccadifuoco.
    Resta sul tavolo il nodo terminal crociere. La struttura provvisoria allestita al molo Sant’Antonio, costata poco meno di 200 mila euro, assolve per ora bene al suo compito. Ma grida vendetta il grande capannone abbandonato poco distante, che potrebbe invece trasformarso e diventate stazione marittina come un concorso di idee di alcuni anni fa indicava. Da Palazzo Vermexio fanno sapere che novità per il terminal definitivo arriveranno a breve.

    728x90_jeep_4xe
    freccia