• Il mistero del rapinatore col fucile a canne mozze: due casi in poche ore a Pachino

    Due inquietanti episodi a Pachino. In comune, l’uso di un fucile a canne mozze. Alle 18.15 di ieri rapina presso un distributore di carburanti di via Pascoli. Un individuo, con il volto travisato da un passamontagna, ed armato di fucile a canne mozze, si è fatto consegnare dall’addetto all’impianto la somma di 1.100 euro circa per poi dileguarsi.
    Poco dopo la mezzanotte, un uomo, mentre effettuava un’operazione presso lo sportello bancomat di via Lincoln, è stato avvicinato da un individuo armato anche in questo caso di un fucile a canne mozze. “Dammi i soldi”, ha intimato, ricevendo una decisa opposizione. Il rapinatore ha preferito desistere.
    Su entrambi gli episodi indaga la polizia.

    freccia