• Il presidente della Repubblica al teatro greco di Siracusa: l’omaggio a Borsellino, poi gli applausi

    Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato al parco della Neapolis di Siracusa alle 19.50. Alle 19.54 è apparso in cavea. È stato accolto da cinque minuti di applauso, sino a quando ha raggiunto il suo posto, al centro del settore autorità.
    Prima di assistere allo spettacolo Coefore-Eumenidi, il presidente Mattarella ha ascoltato in piedi, insieme al resto del pubblico presente al teatro greco, la lettura dalla grotta del Ninfeo del ricordo di Paolo Borsellino e dei ragazzi della scorta, a 29 anni dalla strage di via D’Amelio. Ne è seguito un commosso minuto di silenzio, compostamente osservato dallo stesso Capo dello Stato che ha accolto l’invito della Fondazione Inda a Siracusa, per assistere ad uno degli spettacoli classici.
    Il presidente Mattarella ha mostrato di gradire la messa in scena affidata alla regia di Davide Livermore, conclusa con le immagini di Borsellino sul ledwall circolare che campeggia al centro della scenografia.
    Prima di raggiungere il teatro greco, il presidente Mattarella si è soffermato alcuni minuti con il sindaco, Francesco Italia, che lo ha atteso all’ingresso dell’area archeologica su viale Agnello.
    Tra le autorità presenti, anche il presidente della Regione, Nello Musumeci, e il presidente dell’Ars, Miccichè..

    foto Franca Centaro

    freccia