• La pressione del covid sugli ospedali siracusani: si attivano a Lentini 30 posti letto

    Anche l’ospedale Generale di Lentini si attrezza per fronteggiare il peso del coronavirus in provincia di Siracusa. Proprio la zona nord della provincia aretusea risulta al momento una zona particolarmente colpita dal covid, con numeri alti tra Lentini, Carlentini e Francofonte.
    Saverio Bosco, sindaco di Lentini, intervenuto questa mattina su FMITALIA ha confermato che “l’ospedale di Lentini avrà 30 posti letto per Covid-19 ma non per la Terapia intensiva. Verranno ospitati i positivi che necessitano di ospedalizzazione ma non in gravissime condizioni”.
    Durante la prima ondata di covid, l’attivazione di posti letto a Lentini era stata considerata in un primo piano di emergenza dell’Asp di Siracusa come soluzione solo in caso di scenario con alti numeri di contagio. Non è un mistero che ci sia bisogno di un maggiore numero di posti letto, anche per il covid. In provincia di Siracusa, il principale reparto covid si trova nel capoluogo, nel padiglione nord dell’Umberto I con annessi 8 posti di terapia intensiva. Ci sono poi circa 50 posti letto per paucosintomatici al Trigona di Noto e qualche ulteriore decina al Muscatello di Augusta.
    Intanto, però, mancano gli anestesisti/rianimatori. Al punto che nei giorni scorsi l’Asp di Siracusa ha dovuto deliberare una nuova convenzione, questa volta con il Cannizzaro di Catania, per poter contare su quelle indispensabili figure mediche che operano in particolare nelle terapie intensive.

    freccia