• La storia di Celestino, salvato da un incendio: per il cagnolino ossigeno in ambulanza

    Celestino deve la vita ai soccorritori. Nella casa in cui vive si è sviluppato un incendio, forse a causa del malfunzionamento dello scaldabagno elettrico. Il fumo stava per riempirgli i polmoni quando mani provvidenziali lo hanno raccolto e portato di corsa sull’ambulanza del 118. Con una maschera per l’ossigeno, è tornato a respirare aria pura ed ha ripreso lentamente conoscenza.
    Celestino è un cagnolino. Per lui si sono mobilitati tutti: i vigili del fuoco di Noto, i carabinieri ed il 118. Erano tutti intervenuti ieri a Pachino per l’incendio nell’abitazione. E quando si è saputo della presenza del piccolo animale ancora all’interno, tutti si sono prodigati per salvarlo. Una missione perfettamente compiuta e che vale un applauso per gli intervenuti.
    Anche i padroncini di Celestino stanno bene. Per loro tanta apprensione per le sorti del componente aggiunto della famiglia. Poi il sorriso che scioglie la tensione.

    freccia