• Melilli festeggia San Sebastiano: ecco il programma delle celebrazioni

    Tutto pronto per i festeggiamenti in onore di San Sebastiano. Melilli si prepara alle celebrazioni di gennaio, in attesa della solenne chiusura, il prossimo maggio, del 600° anniversario del ritrovamento del Simulacro. Martedì 20 gennaio è in programma il canto dell’Ufficio delle Letture, alle 5,30, presso la Basilica a lui dedicata. Seguirà la tradizionale “Svelata” del venerato Simulacro al canto del Te Deum e la Santa Messa celebrata dal parroco don Giuseppe Blandino. Nel pomeriggio, alle 18,30, il solenne pontificale presieduto dall’ Arcivescovo di Siracusa, Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Salvatore Pappalardo e concelebrato dai sacerdoti di Melilli. Parteciperanno le autorità cittadine, civili e militari. Il Simulacro sarà esposto per tutto l’ottavario nella nicchia dell’abside antistante alla camera in cui viene gelosamente custodito. Dallo scorso al prossimo maggio, è stato indetto l’anno giubilare in occasione del 600° anniversario del ritrovamento del Simulacro. Secondo le disposizioni della Santa Sede, coloro che giungono in pellegrinaggio in basilica potranno lucrare l’indulgenza plenaria alle solite condizioni (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice, Pater, ave, Gloria) applicabile ai vivi e ai defunti. Dal 21 al 26 gennaio, invece, sarà possibile visitare la mostra di “ex voto” donati negli anni a San Sebastiano per devozione o grazia ricevuta. La chiusura il 27 gennaio. Alle 18,30 la Santa Messa, a cui seguirà la processione dalla Basilica alla Chiesa Madre. Al rientro, spettacolo pirotecnico e tradizionale “Cunsarbata”, tra grida di invocazione e richieste di intercessione. Ogni dettaglio sul programma può essere reperito attraverso il sito www.sansebastianomelilli.it oppure tramite profilo o pagina facebook: Basilica San Sebastiano Melilli

    728x90_Alfa_Giulietta
    freccia