• Movida e assembramenti, tornano i controlli. Il prefetto: “giovani siate responsabili”

    Non sono passate inosservate le scene di continui assembramenti in più luoghi della provincia, da Siracusa a Marzamemi passando per la zona montana. La zona gialla e la ritrovata mobilità ha creato le condizioni per la ripresa anche di una certa forma di “movida”. La Prefettura di Siracusa ha allora disposto un’intensificazione dei servizi di controllo del territorio “intesi a garantire la puntuale osservanza delle prescrizioni vigenti”. La decisione è arrivata al termine dell’ultima riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica.
    Ritornano allora i controlli interforze “che interesseranno le aree urbane, soprattutto quelle interessate da fenomeni di affollamento nelle ore serali e notturne e si svolgeranno, altresì, nei luoghi di transito e lungo le principali arterie stradali”.
    Le pattuglie saranno composte da equipaggi di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale e “presidieranno le piazze e le vie maggiormente interessate alla movida, verificando il rispetto dei divieti di assembramento, il corretto uso delle mascherine ed in generale la puntuale ottemperanza delle disposizioni intese a contenere la pandemia da Covid-19”. Verranno utilizzate come elementi di prova e contrasto anche le riprese effettuate dalle stesse forze dell’ordine.
    Il prefetto Giusy Scaduto torna a sottolineare l’importanza della prevenzione ed esorta tutta la cittadinanza, “soprattutto i giovani, a vivere con etica della responsabilità il delicato momento, facendosi carico di proteggere le fasce più vulnerabili rispetto ai rischi della pandemia”.

    freccia