• “Muddica”, le intercettazioni: il sindaco Carta, l’assessore, l’imprenditore e un pizzino

    Il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, ed il suo assessore Elia “sfruttavano in modo costante il potere connesso al loro ruolo pubblico, in modo da influenzare la scelta dei soggetti imprenditoriali selezionati come contraenti del Comune di Melilli”. Lo scrive il gip del Tribunale di Siracusa nelle carte dell’indagine Muddica, che ha portato all’arresto (domiciliari, ndr) per i due amministratori. “In particolare riducevano fittiziamente, attraverso la scomposizione in più procedure, gli importi degli appalti da espletare, in modo da poter aggirare le rigorose procedure di selezione previste dalle soglie fissate per legge”, si legge ancora. Uno spacchettamento degli appalti per ottenere varie utilità.
    Emblematico, in questo senso, l’episodio ricostruito dagli investigatori e relativo all’affidamento del servizio di conduzione e manutenzione ordinaria dell’impianto di depurazione. La durata sarebbe stata artificiosamente limitata a 4 mesi, ovviamente poi rinnovabili, pur sapendo che l’attività di gestione sarebbe durata un anno e, quindi, il totale del corrispettivo dovuto avrebbe superato i 40.000 euro. Cosa che avrebbe richiesto un bando di gara e non la possibilità di un affidamento diretto.
    Significativo anche un altro episodio. Il sindaco Carta si trova all’interno del suo ufficio con Daniele Nunzio Lentini, il sindaco di Francofonte che all’epoca dei fatti era responsabile del settore Lavori Pubblici del Comune di Melilli. Mentre i due discorrono di bandi pubblici, il sindaco comunica qualcosa al suo interlocutore annotandolo su di un post-it, un “pizzino” che subito dopo avrà cura di distruggere.
    Sempre all’interno del suo ufficio, il sindaco Carta – alla presenza dell’assessore Elia e di un imprenditore amico e compiacente – a seguito delle lamentele di quest’ultimo perchè c’erano state riduzioni unilaterali del compenso, esordisce dicendo:

    Imprenditore: Oh che c**zo vuoi (ndr fonico)… che mi avete scambiato per il “Fate bene fratelli”…
    ELIA Sebastiano: A quattromila più iva (ndr ELIA in coro con CARTA)…
    Imprenditore: “Fate bene fratelli”
    CARTA Giuseppe: Tutte cose quattromila più iva!
    Imprenditore: Tu ce la devi finire… ma tu mi sa che stai diventando…
    CARTA Giuseppe: Ma che vuoi da me compare?
    Imprenditore: Scambi gli amici con la… devi andare contro a quelli che… vogliono le spallate…
    CARTA Giuseppe: Ma non è per me… non hai capito… a quelli non gli faccio toccare palla io… il
    problema non è questo qua, il problema è che dobbiamo fare i lavori… quando c’è il
    mollicone c’è il mollicone, quando c’è la mollica ci prendiamo la mollica…
    Imprenditore: Eh… e qua mi hai fatto lo sconto… (p.i. Le voci si accavallano)
    CARTA Giuseppe: Non ti ho fatto lo sconto, ti ho fatto questo qua per evitare che non si può fare..

    Durante una conversazione telefonica tra l’assessore Elia e l’imprenditore in questione, l’assessore spiega il meccanismo in un modo, definito dagli investigatori, “inequivocabile”.

    Dipendente Comunale: Pronto…
    ELIA Stefano: G*** buongiorno, Stefano sono… Elia… A proposito del depuratore di Villasmundo… ma
    sono state cambiate condizioni, periodi…
    Dipendente Comunale: No… no…
    ELIA Stefano: Cioè sempre per quattro mesi l’abbiamo fatta la manifestazione di interesse?
    Dipendente Comunale : Si… per quattro mesi…
    ELIA Stefano: Anche la manifestazione d’interesse era così? Per mesi quattro?
    Dipendente Comunale : Si… per mesi quattro era… si…
    ELIA Stefano: Io non mi ricordo che la manifestazione d’interesse… io pensavo che era un anno… come
    mai?….
    Dipendente Comunale : Mesi quattro è…
    ELIA Stefano: E come mai?
    Dipendente Comunale : E non lo so, lì poi lo ha deciso Daniele (ndr Daniele Lentini, Dirigente di settore) per
    il discorso…. eh… si superavano i 40.000…
    ELIA Stefano: Ah ho capito, ho capito… superavano i 40.000 quindi doveva essere…
    Dipendente Comunale : Eh…
    ELIA Stefano: E la somma è giusta… 8.000? Mi ricordavo che era 10.000…
    Dipendente Comunale : No era dieci… allora 10.000 era con l’IVA…
    ELIA Stefano: Ah con l’IVA… va bene, ok…
    Dipendente Comunale : Si…
    ELIA Stefano: Non riuscivo a capire…
    Dipendente Comunale : Si va bene…

    PRESENTAZIONE OPERAZIONE MUDDICA Corretta

    Il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, è indagato per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di più delitti contro la pubblica amministrazione; falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale; abuso d’ufficio; interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità; corruzione per
    un atto contrario ai doveri d’ufficio; turbata libertà degli incanti.
    L’assessore Elia è indagato per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di più delitti
    contro la pubblica amministrazione e per turbata libertà degli incanti.

    freccia