• Pallanuoto, Serie A1. Supersfida a Siracusa, Ortigia-Brescia alla piscina Caldarella

    Sale la febbre da supersfida. L’Ortigia si prepara a ricevere il Brescia e per la prima volta negli ultimi anni, può guardare i forti lombardi dall’alto in basso. Domani alle 15, alla piscina “Caldarella”, sarà grande pallanuoto.
    Christian Napolitano, che a Brescia ha giocato a lungo, conosce bene la squadra di Bovo. “Ci ho giocato 4 anni, vincendo una coppa e disputando finali scudetto. Ma mi ha fatto anche male, perché alla fine del quarto anno sono stato messo da parte e ho pensato di smettere. Dettagli ormai. Sarà una bella sfida, perché noi siamo al secondo posto e affrontiamo una squadra forte e affermata che proverà a vincere per risalire in classifica. Brescia è una formazione di grande livello, con tre campioni del mondo e giovani molto interessanti come Alesiani e Cannella, ma noi ce la giocheremo fino alla fine. Giocare queste partite per me è sempre bello, perché il livello si alza e questo personalmente mi esalta”.
    Il centroboa biancoverde lancia anche un messaggio a tutto l’ambiente e alla città: “Saremmo molto contenti – afferma – se la tribuna fosse stracolma di gente. Sinceramente spiace vedere che, nonostante i risultati ottenuti in questi ultimi anni e nonostante siamo l’unica squadra di serie A in città a questi alti livelli, non ci sia una adeguata affluenza. Domani, comunque, sarà una festa soprattutto per i bambini, perché in acqua ci saranno tanti campioni. Gente che ha vinto mondiali e ha giocato tante finali scudetto e partite europee importanti”.
    Alla vigilia parla anche l’altro ex del match, Valentino Gallo: “Brescia è una squadra fortissima che, negli ultimi 7-8 anni, è stata unica antagonista del Recco. Ha un’ossatura che non è cambiata molto, l’impostazione di gioco è rimasta sempre quella negli ultimi anni. Mister Bovo ha dato una mentalità un po’ diversa, che forse prima mancava a Brescia, facendola diventare una squadra solida, con un sistema di gioco che funziona, basato molto sulla difesa. Inoltre hanno un portiere che sta parando tutto e, attualmente, è fra i primi due o tre al mondo. Pertanto noi dovremo sbagliare poco in attacco, perché comunque se sbagli in attacco o affretti, con la difesa che hanno ti puniscono subito. In avanti, invece, hanno il loro bomber Christian Presciutti, e poi Cannella, che è migliorato diventando molto prolifico in campionato. Infine, Figari, che a Brescia ha trovato nuova linfa dopo la consacrazione dell’ultimo mondiale”.

    foto: Valentino Gallo (ph. Simona Amato)

    image_pdfimage_print
  • freccia