• Piano straordinario per le strade provinciali, dalla Regione via libera per 5 interventi

    La Regione ha stanziato 102 milioni di euro per interventi urgenti su una settantina di strade provinciali siciliane. Un Piano d’interventi straordinario che vede in prima fila l’Ufficio speciale per la progettazione e il dipartimento Tecnico dell’assessorato alla Infrastrutture. Queste due strutture forniranno l’assistenza necessaria per arrivare ad aprire i cantieri nel più breve tempo possibile, come previsto da una convenzione siglata con le nove ex Province regionali. I fondi provengono dal Patto per il Sud e dall’Accordo di programma quadro sulle strade, come ricorda non senza polemica l’ex presidente della commissione bilancio Ars, Enzo Vinciullo.
    Per la provincia di Siracusa programmati 5 interventi per complessivi 11,1 milioni di euro. Quella siracusana passa quasi per “cenerentola”, dopo Agrigento è quella con il minor numero di cantieri da avviare. A guardare le somme investite, Siracusa è quinta dietro Palermo, Messina, Catania e Trapani.
    Si tratta di lavori di ripristino del tratto di viabilità secondaria ex ASI in prossimità dello svincolo Esso/Sortino a causa di una frana; intervento strutturale del corpo stradale delle opere d’arte della S.P.23 “Palazzolo-Giarratana”; S.P. 32 “Carlentini-Pedagaggi”, intervento per il miglioramento del livello di sicurezza e del piano viario; intervento di manutenzione straordinaria per la messa insicurezza della S.P. 26 “Rosolini-Pachino”, mediante la riqualificazione del piano stradale e la realizzazione di una rotatoria all’intersezione con la S.P. 56 “Bimmisca-Agliastro”; e lavori di completamento della S.P. 14 “Fusco-Carlentini-Passoladro”.

    6469_bmw_theix3_aRicarica_728x90_ga
    freccia