• Priolo. Approvata mozione per l'avvio delle bonifiche: "lo facciano anche i Comuni di Augusta, Melilli e Siracusa"

    bilibid-prison

    I ritardi nell’avvio delle bonifiche – peraltro con fondi già stanziati – non è più tollerabile. E dopo che anche Roma ha tirato le orecchie ad una Regione che sul tema pare nicchiare, il Consiglio Comunale di Priolo approva all’unanimità una mozione di indirizzo politico con cui invita tutti i Comuni del Sin Priolo (ci sono anche Melilli, Augusta e Siracusa, ndr) di appoggiare un documento unitario per chiedere al governo regionale di avviare tutte le iniziative necessarie per avviare le bonifiche.
    A presentare e illustrare in aula la mozione è stato Alessandro Biamonte. “Sono soddisfatto per l’approvazione. Il tema delle bonifiche è centrale per la nostra provincia e non possiamo più perdere tempo. Le responsabilità sono certamente di chi ha ruoli istituzionali – prosegue il consigliere priolese – ma è solo con l’unione di tutti che si possono raggiungere dei risultati”.
    Biamonte ricorda come ormai l’occupazione garantita dalla zona sia nettamente in calo e quindi “le bonifiche come futuro occupazionale rappresentano un ottima risposta”. Oltre ai chiari risvolti ambientali.
    “Spero che gli altri Comuni adottino quanto prima una posizione simile alla nostra. RIngrazio il deputato nazionale del Pd Sofia Amoddio e la sua collega di partito a Palermo, Marika Cirone di Marco. Pronti ad intraprendere qualsiasi iniziativa, con il coinvolgimento della deputazione regionale e nazionale”.

    728x90
    freccia