• Priolo è zona rossa: 5 pattuglie in presidio continuo e videosorveglianza

    Servizi di controllo mirati, durante ognuno dei giorni in cui il Comune di Priolo resterà in Zona Rossa, istituita dalla Regione su richiesta del sindaco, Pippo Gianni, visto l’aumento esponenziale del numero dei positivi al Covid-19 nel territorio comunale. Ieri, il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto Giusi Scaduto, ha predisposto il piano da attuare. Ci saranno cinque pattuglie, composte da Polizia, Carabinieri, Guardi di Finanza, Polizia Municipale in servizio costante. Agiranno anche in maniera congiunta per verificare il rispetto dell’ordinanza emanata dal presidente della Regione, Nello Musumeci due giorni fa.

    Le eventuali violazioni potranno essere contestate anche in un momento successivo a quello in cui vengono commesse. Questo attraverso l’ausilio di videoriprese che saranno effettuate proprio a questo scopo. Il sindaco annuncia dunque un’attenzione capillare. Pugno di ferro per arginare un trend che rischia, se non rallentato, di mettere seriamente a rischio gli aspetti sanitari ed economici del comune della zona industriale. “Chiunque sarà fotografato- annuncia Gianni- sarà destinatario di pesanti multe e di denuncia penale. Prego tutti i cittadini di rimanere presso le proprie abitazioni e uscire soltanto per le motivazioni previste dal provvedimento regionale”.

    freccia