• Provvedimenti in Finanziaria regionale che interessano anche la provincia di Siracusa

    La Finanziaria regionale non dimentica la provincia di Siracusa. Approvati vari interventi. I principali riguardano i lavoratori delle ex Asi, compresa quelle aretusee, che riceveranno un contributo di 10 milioni di euro per la realizzazione delle finalità istituzionali; sale a 2.341.000 euro il contributo per il Ciapi, in questo modo verranno coperti gli stipendi dei lavoratori. Buone nuove per la Fondazione Inda che riceverà un contributo di 574.000 euro per lo svolgimento delle attività istituzionali.
    Soddisfatto il presidente della Commissione Bilancio dell’Ars, Enzo Vinciullo. Anche perchè l’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato gli articoli 22 e 23 per il rifinanziamento di leggi di spese e disposizioni finanziarie per interventi in caso di calamità (quasi 2 milioni di euro); per i centri di assistenza dalle imprese cooperative (200 mila euro); per le vittime delle richieste estrattive e della mafia, nei vari Capitoli (circa 1 milione di euro); per il contingente dell’Arma dei Carabinieri (3.681.000 euro); per gli agricoltori e allevatori che hanno subito danni a causa della fauna selvatica (50.000 euro); per il vitalizio dei cittadini affetti da talassemia (8.013.000 euro); per i giovani medici, borse di studio per la frequenza delle scuole di specializzazione nella facoltà di medicina e chirurgia (4.900.000 euro); per il ricovero dei minori disposto dall’autorità giudiziaria (14.300.000 euro).
    Nell’articolo 23, invece, sono previsti: 300.000 euro per il bonus bebè; 150.000 euro per consultori e oratori a supporto delle famiglie; 726.000 euro per le scuole di servizio sociale; 5.205.000 euro per i Consorzi universitari, compresi i tre della provincia di Siracusa (Cumo, Cumi e Archimede).

    freccia