• Restyling del prospetto del Talete, secondo ricorso per annullare la determina di giunta

    Anche il Comitato “Levante Libero” ha presentato ricorso gerarchico avverso la Determina Dirigenziale del Comune di Siracusa (n.117 del 31 dicembre 2020), relativa alla riqualificazione attraverso “l’arte pubblica” del parcheggio Talete sull’isola di Ortigia. Levante Libero si batte per la demolizione della copertura della struttura, definita un ecomostro.
    Il nuovo ricorso rafforza e rilancia una serie di osservazioni già sostanzialmente evidenziate in quello presentato in data precedenza dal Comitato Ortigia Sostenibile, a firma dell’avvocato Salvatore Salerno. Al segretario generale del Comune di Siracusa, Danila Costa, nelle sue funzioni e in via gerarchica, di annullare la determina contestata.
    Il Comune di Siracusa ha stanziato somme per il contesto restyling del prospetto frontale del parcheggio, con pannelli di corten e rampicanti.
    “Un progetto senza idee precise e già modificato più volte, per il quale vi è stata anche una smentita al riguardo della partecipazione da parte dell’Università di Architettura di Siracusa e che non ha mai incontrato il favore della cittadinanza, anzi, come è evidente a tutti, una forte contrarietà”, dice Giuseppe Implatini, portavoce di Levante Libero. “Nel ricorso si evidenzia e contesta l’assoluta mancanza dei presupposti atti di indirizzo politico; si riscontra la carenza dei pareri preventivi di regolarità tecnica. Inoltre, si rileva che l’affidamento del progetto al privato proponente è avvenuto senza aver ottenuto il previo parere favorevole della Commissione Unica di Ortigia e senza in alcun modo chiarire, nel caso che il progetto ne potesse essere esonerato, per quale ragione”.

    freccia