• Siracusa. Buche, finalmente affidato il servizio: al via le riparazioni

    Affidato questa mattina il servizio di manutenzione ordinaria delle strade del capoluogo. Ad aggiudicarselo la Edil Pf, con un ribasso del 10 per cento. Un passaggio burocratico che, nelle intenzioni espresse dal Comune,  si tradurrà nell’avvio di tutti quegli interventi che sono rimasti in sospeso nei mesi passati, nel corso dei quali le competenze dei diversi settori dell’amministrazione comunale sono state riorganizzate.

    Nello specifico, la manutenzione stradale era di competenza del settore Lavori Pubblici, ma dallo scorso mese è passato al settore Mobilità e Trasporti, che ne ha previsto  nuove modalità di intervento, per superare una serie di ostacoli che rallentavano spesso l’attività. Adesso si dovrebbe poter agire in maniera più sistematica e organizzata. Si partirà subito con le riparazioni, dunque. Prima fra tutte, quella che riguarda la buca di viale Teracati oggetto di numerose segnalazioni ed anche di una protesta, con l’apposizione di un cartello che ne segnala la presenza da diversi mesi.

    La nuova ditta si occuperà di interventi che saranno gestiti per blocchi, sulla base delle indicazioni del Comune. Si partirà dalle strade con maggiori necessità in termini di ripristino delle condizioni di sicurezza e di intensità del flusso veicolare e si proseguirà per prossimità. Si andrà, cioè, in questo modo a coprire l’intera zona nell’ambito dello stesso intervento.

    Un contratto che si basa sul lavoro svolto effettivamente, sulle singole buche, a seconda delle dimensioni, piuttosto che sulla durata.

    “In queste settimane- spiega l’assessore alla Mobilità, Maura Fontana – sono state trasferite le competenze: personale, ruoli, competenze e progettazioni. Abbiamo rivisto la metodologia dell’approccio. Non più voci a forfait, dunque, ma previsioni standard, approcci mirati e certezza dei costi. Abbiamo preferito fermarci un attimo per capire dove sbagliavamo e ci siamo aggiornati sulle nuove metodologie.  Questo vuol dire che il lavoro adesso potrà essere svolto in maniera migliore e più puntuale. Interventi sistematici che hanno ovviamente bisogno dell’approvazione del Bilancio, visto che per noi, con la novità introdotta, questo è un anno zero, mentre il settore Lavori Pubblici disponeva di un proprio Peg”.

    Per le manutenzioni straordinarie sarà stanziato un milione e mezzo di euro.

    Dovrebbe, poi, partire il blocco dei cosiddetti interventi in emergenza. “Non agiremo più con l’asfalto a freddo- preannuncia l’assessore Fontana- ma ci avvarremo di nuove tecnologie perchè la durata dell’intervento possa essere più lunga e la riparazione più efficace”.

    La riparazione di ogni buca ha un costo di circa 80 euro, per le dimensioni standard stabilite, con le variazioni del caso, se si tratta di dimensioni differenti. La ditta dovrà occuparsi, conti alla mano, di circa 600 buche.

    freccia